IL TEATRO DELLE EMOZIONI

BACHECA

open day 2017 2018

Tornano anche quest’anno i corsi di recitazione organizzati dall’Associazione Culturale ventimigliese “LIBER theatrum”, curati e condotti da Diego MARANGON.

Dopo una entusiasmante e intensissima stagione estiva, che ha concluso un altro straordinario anno ricco di successi e soddisfazioni: da “HanburycheSPETTACOLO!”17 a “TUTTA COLPA DI TROIA” in primis, senza dimenticare l’esilarante “PRINCIPE AZZURRO CERCASI!” ecco una nuova possibilità per chi si vuole avvicinare al mondo del teatro e scoprirne i segreti, ma soprattutto il fascino. Oltre alle numerose e continue iniziative ed eventi culturali in programmazione per i prossimi mesi, sono quindi ufficialmente aperte le iscrizioni ai corsi teatrali per la stagione 2017-2018 che permetteranno a chi lo desidera di cimentarsi nell’arte della recitazione prevedendo corsi, ma anche laboratori e workshop estemporanei con attori e registi professionisti, la cui calendarizzazione è in via di definizione proprio in questi giorni.

Mercoledì 18 Ottobre alle ore 20,00 primo appuntamento, come sempre nel piccolo “teatrino” in via San Rocco 16 a Vallecrosia. Telefonando al 338 6273449 oppure scrivendo all’indirizzo mail liber.theatrum@gmail.com e visitando il sito www.libertheatrum.com sarà possibile non solo già iscriversi, ma anche avere informazioni, ottenere dettagli e chiedere le delucidazioni necessarie.

Gratuito, senza impegno e libero a tutti sarà l’accesso ai primi due incontri per consentire a chiunque di prendere visione direttamente e comprendere “al meglio” di che cosa si tratta e ricevere tutte le informazioni utili per decidere se iniziare o meno l’avventura teatrale a partire dalla metà di ottobre.

Come gli anni scorsi, a guidare i gruppi sarà Diego Marangon, vera anima di “LIBER theatrum” attore e regista, sempre più gratificato dai risultati raggiunti in questi anni e ancor più in questo 2017 in cui si celebrano i dieci anni di vita del gruppo ventimigliese!

Ancora una volta si rinnova un’offerta formativa sempre molto apprezzata da chi si vuole avvicinare al mondo del teatro, per sperimentare la propria predisposizione o soddisfare desiderio e curiosità latenti, così come hanno fatto nel corso degli anni innumerevoli allievi e corsisti, alcuni dei quali sono diventati una colonna portante di quella che ormai è diventata una vera e propria ‘compagnia teatrale’ che anche quest’anno ha mietuto successi e riconoscimenti, oltre a creare bellissime collaborazioni artistiche e umane anche con altre e diverse realtà teatrali e non solo.

Anche quest’anno si è quindi alla vigilia di un cammino lungo e articolato, che certamente richiederà impegno, costanza, serietà e dedizione, ma che ancora una volta, riuscirà a regalare soddisfazioni, gratificazioni e grandi sorprese, offrendo stimoli ed entusiasmo, solleticando e sollecitando la curiosità di coloro che decideranno di iscriversi per cogliere quei risultati che da anni vengono raggiunti brillantemente, vincendo con successo una sfida personale affascinante e arricchente. Un percorso dedicato al corpo ed alla voce, fatto di esercizi corporei e giochi teatrali, improvvisazioni e lavoro sull’intenzione, che permetterà agli aspiranti attori di esplorare e sperimentare soprattutto la propria sfera emozionale, per riuscire a mettere in scena la parola drammaturgica e trasmettere al meglio un messaggio, facendo vibrare le corde emotive degli spettatori, in un viaggio metaforico che, come al solito, porterà alla messa in scena di un saggio finale.

INFO: 338 6273449 / liber.theatrum@gmail.com / www.libertheatrum.com


GRUPPO
Si è conclusa Sabato 16 Settembre, nel migliore dei modi e con un nuovo grande successo, anche la stagione estiva di “LIBER theatrum”, ancora una volta assoluta protagonista del panorama culturale e artistico dell’estremo Ponente ligure e non solo.
Tantissime iniziative e collaborazioni pensate, progettate, curate e sviluppate nel corso dell’anno, che hanno coinvolto migliaia di spettatori e numerosissimi allievi e artisti. Nell’anno solare appena concluso, peraltro coincidente con il decimo anniversario della dinamica Associazione culturale ventimigliese, oltre ai consueti corsi di recitazione condotti da Diego Marangon, particolarmente apprezzati e affollati sono stati anche i due lunghi e ulteriori laboratori, culminati entrambi nella realizzazione di uno spettacolo “dedicato”, curati dallo stesso regista ventimigliese assieme ai noti attori Alessandro Bergallo e Aldo Rapé.
Da segnalare, innanzitutto l’ottima organizzazione nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury, della quarta edizione del Festival “HanburycheSPETTACOLO!” – Teatro in movimento e Concerti d’estate. Ben dieci appuntamenti dedicati alle arti varie: dai libri al tango alla gastronomia, ma soprattutto tante serate riservate alla musica e al teatro, a cominciare dalla prima assoluta – il 15 Luglio – di “HBH – Hanbury Book Hospital” sino alla replica, dopo il grande successo già riscosso in due serate di Agosto nel bel borgo di Perinaldo, di “TUTTA COLPA DI TROIA” il 16 Settembre.
E poi ancora la performance teatrale-musicale e di scultura “LUCI E OMBRE” nell’ambito del “Garden” a Bordighera, poi riproposta ancora una volta al grande Festival “Balla coi cinghiali” a Vinadio. Senza dimenticare il divertente e apprezzatissimo saggio-spettacolo dei nuovi corsisti e allievi “PRINCIPE AZZURRO CERCASI!” e la esilarante partecipazione all’APE IN FIORE a Vallebona con l’Aperformance “La Pennichella”!!!
Il tutto dopo gli spettacoli invernali: “THE DAY AFTER CHRISTMAS” nel periodo natalizio e “I GIUSTI”, in occasione della celebrazione Giornata della Memoria, e l’originalissimo spettacolo dedicato al mondo del circo “LA PRIMA STELLA”. In più tutta una serie di ulteriori appuntamenti messi in calendario con un risultato che è stato sempre eccellente, sia in termini di qualità artistica, che di risposta del pubblico, che ha sempre partecipato numerosissimo e ha sinceramente apprezzato le scelte e proposte artistiche.
Ora è alle porte un nuovo anno, con tantissime iniziative, idee e progetti, alcuni già in via di definizione, a cominciare dai nuovi corsi di recitazione che si apriranno nel mese di Ottobre di cui tra pochi giorni verranno date informazioni più dettagliate, ma soprattutto molto presto verrà svelato un importante incarico che a “LIBER theatrum” e a Diego Marangon è stato affidato e di cui si attende soltanto l’ufficialità. Una vera e propria sorpresa che però evidentemente premia la qualità e la serietà manifestate nelle tante attività svolte in tutti questi anni.

 

ECCO UN BUON MOTIVO PER NON PERDERSI L’ULTIMA REPLICA AI GIARDINI HANBURY IL 16 SETTEMBRE – RECENSIONE DELLE SERATE A PERINALDO

locandina 2

foto locandina

L’Ass. Cult. LIBER THEATRUM di Ventimiglia e la Compagnia de GLI SPIAZZATI di Genova, con il patrocinio ed il contributo del Comune di PERINALDO, presentano:

“TUTTA COLPA DI TROIA”
performance di TeatroDiffuso

Giovedì 17 e Venerdì 18 Agosto 2017
ore 21,00
PERINALDO (IM)
Ingresso: Euro 10

dalle 18,00 all’1,00 sarà attivo un servizio bar e ristoro a cura della Pro Loco


GRUPPO FINALE


LOCANDINA HBH HANBURY CHE SPETTACOLO17-page-001

Si apre Sabato 15 Luglio alle ore 21.30 con un intrigante, divertente  e curiossimo nuovo lavoro teatrale di “LIBER theatrum” la quarta edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”17.
Scritto da Diego Marangon, che ne cura anche la regia, e liberamente ispirato al volume “CURARSI CON I LIBRI – Rimedi letterari per ogni malanno” – Sellerio editore – di Ella Berthoud e Susan Elderkin – a cura di Fabio Stassi, la splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury a Ventimiglia in fraz. La Mortola Inf.re diventa quest’estate irrinunciabile e impeccabile location per la prima assoluta dell’ultimo, originalissimo e ironico, quasi sfrontato e talvolta irriverente, spettacolo di “LIBER theatrum”.
Costruito ad hoc e come sempre in versione itinerante, gli spettatori saranno da subito immersi in un’atmosfera surreale, in cui confrontare e condividere le proprie malattie e dipendenze, le immancabili paranoie, i propri disagi dell’anima e non solo, cercando e trovando nei libri i rimedi letterari per ogni tipo di malanno.
Un apposito e appropriato reparto ospedaliero, pensato e organizzato per ogni tipo di malanno, fastidio, idiosincrasia o inconveniente, accoglierà il pubblico e sarà il palcoscenico immediato e naturale per cercare e trovare, grazie a un originale e innovativo prontuario di medicina letteraria, la soluzione ad ogni problema “di salute” che la vita ci riserva.
La lettura di uno specifico romanzo diventerà così la ricetta ideale per affrontare, alleviare e aiutare a risolvere in maniera “quasi intellettuale” ma anche e soprattutto in modo ironico e istrionico, malattie gravi e non: miopia, misantropia, gelosia, raffreddore, balbuzie, claustrofobia potrebbero essere le malattie o pseudo tali in cui imbattersi, ma le sorprese saranno innumerevoli!
Come se si entrasse in una immensa farmacia letteraria in cui cercare la cura adatta con i libri, a fronte delle varie malattie affrontate, verranno raccontati, con passione, autorevolezza, umorismo e coinvolgimento, romanzi di ogni tempo e paese, genere e ambizione, dai classici ai contemporanei, fino ai libri più rari e di culto. Qualunque sia il disturbo, la soluzione e la ricetta possono essere semplici: un romanzo (o due) da prendere a intervalli regolari.
Un appassionante dizionario di romanzi e scrittori dalle singolari virtù terapeutiche, un sorprendente manuale di letteratura per chi ama scovare nuove opere e autori, è diventato il vademecum e la fonte ispiratrice per uno spettacolo in costante equilibrio tra il divertimento e l’intellettualismo, in cui ogni spettatore non potrà fare a meno di rivedere se stesso e ritrovare i suoi anche minimi acciacchi e grazie al quale potrà trovare un nuovo e originale modo per curarsi.
Questo suggeriscono le ricette di un libro di medicina molto speciale, un vero e proprio breviario di terapie romanzesche, antibiotici narrativi, medicamenti di carta e inchiostro, ideato e scritto, per Sellerio editore, da due argute e coltissime autrici inglesi, Ella Berthoud e Susan Elderkin e adattato per l’Italia da un fantastico bibliotecario, Fabio Stassi.
Se letto nel momento giusto un romanzo può davvero cambiarci la vita, e questo prontuario è una celebrazione del potere curativo della letteratura di ogni tempo e paese, dai classici ai contemporanei, dai romanzi famosissimi ai libri più rari e di culto, di ogni genere e ambizione.
Queste ricette per l’anima e il corpo, scritte con passione propongono un libro e un autore a rimedio di ogni nostro malanno, che si tratti di raffreddore o influenza, di un dito del piede annerito da un calcio maldestro o di un severo caso di malinconia. Le prescrizioni raccontano le vicende e i personaggi di innumerevoli opere, svelano aneddoti, tratteggiano biografie di scrittori illustri e misconosciuti in un invito ad amare la letteratura, che ha la convinzione di poter curare con efficacia ogni possibile acciacco.
Ecco allora che, accanto a tutto ciò, non mancheranno consigli e suggerimenti anche per guarire le idiosincrasie, le manie, le “quasi malattie” vere e proprie tipiche della lettura: veri e propri disturbi, come il sentirsi sopraffatti dal numero infinito di volumi che ogni giorno vengono pubblicati nel mondo o l’acquistarne invece continuamente in numero esagerato in modo compulsivo.
Al termine dello spettacolo, impossibile tornare a casa senza essersi annotati un titolo o un autore che non si conosceva; senza ricordarsi di un libro già letto e per ognuno di noi effettivamente significativo e risolutivo nel corso della vita oppure scoprirne uno nuovo, inaspettato e si spera effettivamente curativo; senza essersi confrontati con uno spettatore vicino su quale sia il rimedio migliore suggerito e se l’efficacia del rimedio proposto sia proprio quella indicata dai 26 attori in scena.
“Tanti libri, tanti attori”!!! perché “I libri curano l’anima, ma non solo”.
Scritto e Diretto da : DIEGO MARANGON
INTERPRETI:
ALESSANDRA    DI BONAVENTURA
ALESSANDRA    SORRENTI
ANNA                  VIGLIAROLO
CINZIA                GUGLIELMI
CLAUDIO            VECCHIO
CLAUDIO            RISTAGNO
DIEGO                 MARANGON
ELENA                TRIVERI
EMILIA               SERPICO
FRANCESCA       BURGISI
GIUSEPPE           FAMA’
LAURA                 ENAS
LAURA                 SIBILLA
LUCIA                  LOMBARDI
MARIAPINA       REBAUDO
MARINA              PRATELLI
MARINELLA       LANTERI
MARTA                SILIATO
MONICA              GIANNINI
MONICA              GRAGNANI
MORENO             CAMPODONI
PAOLA                  RAVANI
ROBERTA             IUSSI
SILVIA                  NAPPINI
STELLA                PERRONE
VALENTINA        BRUNO

Sarà presentata ufficialmente Lunedì 10 luglio alle ore 12. 00 a Ventimiglia nella sala riunioni “25 Aprile”, all’ultimo piano nella sede comunale dell’ex tribunale in Piazza XX Settembre, con una conferenza stampa indetta dall’Amministrazione Comunale, a cui sarà presente anche il Sindaco Enrico Ioculano, il fitto calendario di “HanburycheSPETTACOLO!”17 – teatro in movimento e concerti d’estate, festival di arte varia organizzato dall’Associazione Culturale “LIBER theatrum” e curato da Diego Marangon.

La bella manifestazione, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, vedrà la dinamica associazione ventimigliese occuparsi anche della parte musicale, gestendo quindi al 100% l’intero programma che si svolgerà, come sempre, nella splendida ambientazione dei Giardini Botanici Hanbury, in frazione La Mortola Inf.re, quasi al confine con la Francia.

Un’occasione unica per conoscere un luogo fantastico, dell’anima e dello spirito, e contemporaneamente assistere almeno a uno dei dieci eventi messi in calendario tra Sabato 15 Luglio e Sabato 16 Settembre.

In ordine sparso: tre spettacoli teatrali, di cui due itineranti, quattro concerti musicali, una serata dedicata al Tango con una “Milonga al chiar di luna”, la presentazione del libro di Loris Capirossi presente l’ex pilota di Moto GP e Simone Sarasso che ne ha curato l’edizione e anche una esclusiva serata culinaria, un cocktail-dinner con il Ristorante Hanbury di Ventimiglia per celebrare i 150 anni di fondazione dei Giardini Hanbury e i primi 15 anni di vita del noto ristorante ventimigliese.

Apertura con l’attesissimo appuntamento fissato per Sabato 15 Luglio alle ore 21,30 con la prima assoluta di “HBH HANBURY BOOK HOSPITAL – Curarsi con i libri” spettacolo teatrale itinerante di “LIBER theatrum” per la regia di Diego Marangon, e chiusura fissata per Sabato 16 Settembre con un’altra nuova produzione, nel solco tracciato con grande successo la scorsa estate da “IL PRINCIPE PICCOLO”. “TUTTA COLPA DI TROIA” il titolo del nuovo lavoro, anche questo itinerante, che vedrà in scena nuovamente “LIBER theatrum” in collaborazione con il gruppo de GLI SPIAZZATI di Genova e Alessandro BERGALLO, conosciutissimo anche come attore del Teatro della Tosse, e che esordirà Giovedì 17 e Venerdì 18 Agosto a Perinaldo.

 


Volantino principe azzurro clicca sulla locandina per accedere alla galleria foto di E.CONTE  pubblicate su Sanremo news


Dopo l’estemporaneo e apprezzatissimo intervento di sabato sera al Garden con la performance “LUCI E OMBRE”, supportata dalle belle installazioni di GNOMARS di Giancarlo Bonini, entra nel vivo la stagione estiva teatrale (e non solo) di “LIBER theatrum”. Primo attesissimo evento quello per il saggio finale degli allievi adulti del 14^ corso di recitazione condotto e guidato da Diego MARANGON.

Appuntamento Giovedì 6 Luglio alle 21.30 ad ingresso libero, sotto il patrocinio del Comune di Bordighera, sul palco dei Giardini della Chiesa Anglicana, con “PRINCIPE AZZURRO cercasi” regia di Diego Marangon.

Un vero e proprio spettacolo divertente e ironico, a tratti sarcastico e pungente, dissacrante, a coronamento di otto mesi di proficuo e assiduo lavoro, che vedrà sul palco sedici allievi, come sempre quasi tutte “Principesse” alla ricerca del bel Principe dai capelli biondi e gli occhi azzurri su un destriero bianco.

Il pubblico verrà coinvolto in un tema che da sempre corrisponde allo stereotipo dell’amore: quello della ricerca dell’anima gemella perfetta, il sogno di ognuno di noi, soprattutto del mondo femminile! Quindi una grande aspettativa, spesso però vanificata dalla quotidianità e dal trascorrere del tempo. Speranze e delusioni, gioie e dolori, in un viaggio in cui il sorriso, il riso e la presa in giro di se stessi e dell’altra metà dell’universo umano, saranno il filo conduttore, in maniera quasi cabarettista, di uno spettacolo con personaggi sorprendenti, originali, dalle battute inattese, sferzanti, provocatorie, talvolta quasi spiazzanti.

Una grande e nuova opportunità offerta al gruppo di allieve e allievi che anche quest’anno con costanza e dedizione si sono dedicati al desiderio di essere protagonisti intanto e innanzitutto per una serata tutta a loro riservata, su un palco che sa regalare emozioni al pubblico, ma anche a loro: Antonella Lercari, Clarissa Sarpero, Erica Cusumano, Francesca Nardotto, Ingrid Marchot, Laura Enas, Malena Vogogna, Maria Chiara Zanoni, Marilena Marcozzi, Maura Polito, Maurizio Latella, Mimma Palumbo, Mirella Fazzolari, Roberta Iussi, Sonia Proietti, Vito Giudice.

Dopo la partecipazione all’APE IN FIORE” di Vallebona, prevista per Domenica 9 Luglio, la stagione di Liber theatrum proseguirà ed entrerà ancor più nel vivo Sabato 15 Luglio alle ore 21.30 con la prima assoluta di “HBH HANBURY BOOK HOSPITAL – Curarsi con i libri” spettacolo di apertura della quarta edizione del festival ‘HanburycheSPETTACOLO!’ che anche quest’anno vedrà ben dieci eventi di arte varia in calendario nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury a Ventimiglia – quest’anno ancor più attesa perché in coincidenza con le celebrazioni del 150^ anniversario della fondazione e creazione di questo fantastico paradiso naturale – e che si chiuderà Sabato 16 Settembre con un’altra nuova produzione, nel solco tracciato con grande successo la scorsa estate dal “PRINCIPE PICCOLO”. “TUTTA COLPA DI TROIA” il nuovo lavoro in collaborazione con il gruppo de GLI SPIAZZATI di Genova e Alessandro BERGALLO, conosciutissimo anche come attore del Teatro della Tosse, che esordirà Giovedì 17 e venerdì 18 Agosto a Perinaldo.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com


radio nizza logo HANBURY CHE SPETTACOLO 2017! – INTERVISTA AL REGISTA


luci e ombre-page-001 FOTO DI Eugenio CONTE


Ci sarà anche “LIBER theatrum” tra gli artisti che parteciperanno e si esibiranno Sabato 1 Luglio alle ore 22,00 a Bordighera nei Giardini della Chiesa Anglicana, nell’ambito del GARDEN evento ricreativo curato e organizzato da Venerdì 30 Giugno dalle 17.00 a Domenica 2 Luglio dall’Associazione Culturale Bumca. Un appuntamento di tre giorni all’insegna dell’arte con divertimento per tutte le età. Un viaggio tra musica live, performance, teatro e letteratura, esposizioni artistiche e installazioni. Mercatino, ristorazione ed altro ancora.
“LUCI E OMBRE” la performance teatrale itinerante che verrà portata in scena per la regia di Diego Marangon e l’interazione con le particolari e originalissime sculture di “GNOMARS” di Giancarlo Bonini. Si tratta di un esperimento artistico interessante e intrigante, che permetterà agli spettatori di godere di una messa in scena inusuale, in una ambientazione all’aperto unica e affascinante. Le sei voci narranti di Elena TRIVERI, Marinella LANTERI, Monica GIANNINI, Valentina BRUNO, Claudio VECCHIO e Diego MARANGON, accompagnate dalla musica, ad interagire con altrettante installazioni e giocare con la luce e le sorprendenti ombre che si ricreeranno, inaspettate, grazie ad un illuminazione suggestiva.
Il pubblico si emozionerà con le parole dei poeti Alda Merini e Edoardo Sanguinetti, con i versi di Wislawa Szymborska e quelli di Grace Paley e altri ancora. Il filo conduttore delle interpretazioni saranno proprio le installazioni in ferro battuto di Giancarlo Bonini, già noto per le sue realizzazioni di strumenti astronomici e opere artistiche originali per arredo urbano, percorsi tematici e didattici, residenze private, giardini e parchi e che ha da poco tempo intrapreso un nuovo ed ulteriore percorso artistico, intitolato «Tempo scolpito».
Nello spettacolo si inseguono ombre cinesi, ombre danzanti che svelano il tempo, tra materialità e astrazione. Il tempo diventa vago, evanescente, eppure rigidamente concreto, calcolato, misurato: si crea un gioco sottile, complesso, intellettuale, ma anche immediato come uno sguardo infantile. Il tempo come movimento, con le sue ombre trascina tutte le persone in una danza ogni giorno diversa ed irripetibile. Nei sentieri tracciati dalle ombre e dal Sole, l’eterno s’intreccia col fugace, la meccanica celeste diventa poesia, narrazione del cielo e della vita che scorre inafferrabile e fragile, quasi come un’ombra.
Ancora una volta “LIBER theatrum” tenta di percorrere nuove strade e sperimentare singolari e curiose scelte artistiche, coniugando la parola e l’immagine. Un nuovo modo di fare teatro per cercare sempre e comunque di emozionare lo spettatore.
INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com
luci e ombre

la prima stella

Con il patrocinio della Città di Bordighera – su iniziativa e organizzato da “LIBER theatrum” – è ormai alle porte un curioso e intrigante appuntamento, per grandi e piccini.
Quello in programma, ad ingresso libero, VENERDÌ 19 Maggio alle ore 21.00 al Palazzo del Parco di Bordighera per la messa in scena de “LA PRIMA STELLA” performance-spettacolo a chiusura di un lungo workshop teatrale – “around AWEEKENING” – sul mondo del “clown” e del circo, condotto dall’attore siciliano di PRIMAQUINTA Aldo RAPÈ, sempre più presente nel Ponente ligure.

La messa in scena è a cura dello stesso Rapè e di Diego MARANGON e vedrà sul palco, oltre al numeroso gruppo di LIBER theatrum, anche la partecipazione straordinaria del regista del gruppo teatrale ventimigliese e di Giulia Berardinelli.
Prendendo spunto da un intenso, approfondito e divertentissimo laboratorio sulla figura del “clown”, condotto in queste ultime settimane da Rapè, lo spettacolo è in pratica un lavoro dedicato al fantastico mondo del circo. In realtà una vera e propria metafora della vita: sulle sue inevitabili difficoltà, gli inattesi inciampi, gli immancabili fallimenti, ma anche sorprendenti successi.
Un doppio laboratorio e un conseguente fantastico e stralunato spettacolo dedicato all’universo del “clown” che ognuno di noi ha dentro di sé e sulla più sincera e vera improvvisazione scenica e arte del circo. Dove improbabili performance e prove di esercizi fallimentari, soprattutto musicali e gestuali, accompagnati solo estemporaneamente dall’uso della voce e della parola, prenderanno per mano e con il cuore lo spettatore, per accompagnarlo in un lungo e sempre diverso viaggio.
Il circo come insieme di artisti, come famiglia di artisti, dove ogni assolo è parte del tutto, ma anche il circo come insieme di numeri e ciascun numero circense come momento di inizio e fine, vita e morte. Il circo come luogo per il più bello spettacolo del mondo, quello della VITA. Dove il vero spettacolo è quello DIETRO LE QUINTE!
Ingresso gratuito
INFO: 3386273449 liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com

Organizzato dall’associazione Liber THEATRUM di Diego Marangon con il patrocinio del comune di Ventimiglia lo spettacolo tratterà la vita meno nota di Sandro Pertini ovvero la sua sfera privata negli anni della Resistenza fino al 25 Aprile 1945.
Inizio spettacolo ore 21 Mercoledi 26 aprile presso il Teatro comunale di Ventimiglia

@@@ LOCANDINA PERT CON TUTTI I LOGHI RIORDINATI N°1-page-001

E’ ovviamente in programma anche a Ventimiglia – Mercoledì 26 Aprile alle ore 21,00 – al Teatro Comunale ad ingresso libero e gratuito, il nuovo spettacolo di “PRIMAQUINTA TEATRO” di Aldo Rapè PERT – Vita e miracoli del partigiano Sandro Pertini” scritto dallo stesso Aldo Rapè con il fratello Giuseppe e la supervisione alla regia di Lauro Versari.

Con il sostegno e il supporto logistico di “LIBER theatrum”, il patrocinio e il fondamentale contributo del Comune e dell’Assessorato alle Manifestazioni, è stato naturale mettere in calendario, per la messa in scena di uno spettacolo certamente emozionante, anche Ventimiglia, città dal grande valore affettivo per “Il Presidente di tutti gli Italiani” (come lo stesso Pertini amava definirsi) che qui amava fare una sosta quando possibile, per salutare un caro compagno del periodo della Resistenza. La data ventimigliese arriverà dopo la replica di Lunedì 23 Aprile alle ore 18,30 a Nizza, dove Sandro Pertini visse in esilio quasi tre anni, con la messa in scena presso il Teatro del Consolato Generale d’Italia e quella del 25 Aprile alle ore 21,00, in occasione delle celebrazioni del Giorno della Liberazione, fissata a Stella, in provincia di Savona, dove Sandro Pertini nacque nel lontano 1896!

Pert” è uno spettacolo andato in scena per la prima volta pochissime settimane fa presso il Teatro Comunale “R.Margherita di Caltanissetta” nella stagione 2016/2017, con la Direzione Artistica di Moni Ovadia, che lo ha fortemente voluto e sostenuto e dopo altre date tra cui Belluno e Caserta, ora arriva anche qui al confine tra Italia e Francia, dove Aldo Rapè è sempre molto atteso e gradito ospite, dopo essersi fatto conoscere e apprezzare tantissimo grazie a “MUTU – La legge del silenzio” con cui è stato premiato dalla Stampa francese nel 2013 come miglior spettacolo straniero ad Avignone, il più importante Festival teatrale d’Europa.

Innumerevoli, nell’occasione, i patrocini ricevuti: dal CO.A.L.C.IT e Dante Alighieri (entrambe Associazioni di “Italiani all’estero” di Nizza) alla COOP Liguria Sezione Soci di Ventimiglia; dall’Ass. XXV Aprile/ARCI a A.T.A.PE. di Ventimiglia (Ass. Traansfrontaliera Alessandro Pertini) e ancora l’Istituto Storico della Resistenza di Imperia, le sezioni di Ventimiglia e Bordighera dell’A.N.P.I. (Ass. Nazionale Partigiani d’Italia) e FIVL (Federazione Italiana Volontari per la Libertà).

PERT – Vita e miracoli del partigiano Sandro Pertini” è dedicato in particolare all’Uomo Sandro Pertini. Un viaggio negli anni caotici e cruenti della Resistenza attraverso il partigiano ligure che un giorno diverrà Presidente. La sua vita come cartina di tornasole della drammaticità che è insita in tutte le grandi scelte dell’esistenza. Un racconto di un uomo di ESEMPIO, in un’epoca dove sono rimasti solo uomini di parole e dove la libertà di parola è divenuta parola in libertà.

Uno spettacolo lungi dal narrare semplicemente le gesta straordinarie di un eroe vissuto in un determinato contesto storico, ma che vuole essere anche e soprattutto una riflessione profonda sui grandi interrogativi dell’uomo di ogni tempo. Il valore della libertà, l’impegno politico come bussola dell’intera esistenza, la coerenza e la fedeltà alle proprie idee come disciplina di vita, l’ascolto obbediente alle voci profonde della coscienza, il sacrificio della propria sfera personale a favore dell’impegno per il bene comune. Un racconto di immagini, suoni, parole sublimate dal linguaggio poetico del teatro.

Il partigiano Sandro Pertini come figura universale di ogni combattente che in ogni tempo e ad ogni latitudine ha avversato la tirannide, l’ingiustizia sociale e l’oppressione. Una cronologia dell’anima narrata attraverso i fatti nodali della vita di Pertini, quelli che hanno determinato i passaggi fondanti di un’intera esistenza, per trarre una lezione per l’oggi. In un momento di grave crisi ideologica dove l’azione politica si è svuotata di riferimenti alti di pensiero per ridursi a becero tatticismo e a convenienza bassa del momento, recuperare la figura di Sandro Pertini può servire da antidoto efficace per un impegno rinnovato di tutti.

Una storia sullo sfondo della “Resistenza” come scenario privilegiato del riscatto morale e civile di un intero popolo. “Resistenza” intesa non solo nell’accezione storica della lotta partigiana al nazi-fascismo in Italia, ma anche nel suo significato di battaglia interiore per rompere gli argini dell’intimismo e del mero soddisfacimento dei propri bisogni personali in favore dell’impegno per la costruzione di un domani migliore per tutti. Un modo per imparare ad essere sempre partigiani. Partigiani nel significato più bello che questa parola può assumere. Il partigiano come uomo di parte, che lungi dall’essere fazioso, professa con coerenza il proprio credo personale, si assume la responsabilità delle proprie scelte, prende posizione e non resta nella vaghezza, sa riconoscere il bene dal male, non si lascia comprare da nessuno. Partigiano come visionario del futuro e non come utilizzatore del presente.

locandina w la mafia per 21 marzo-page-001

E’ in programma Martedì 21 Marzo alle ore 21,00 con messa in scena aperta alla Cittadinanza tutta – ingresso € 12,00 (ridotti € 10,00) – al Teatro del Palazzo del Parco di Bordighera lo spettacolo e monologo teatrale “Ad un passo dal cielo – W LA MAFIA” di e con Aldo RAPE’ della Compagnia siciliana PrimaQuinta, regia di Nicola Vero che quest’anno, in coincidenza con le tante iniziative previste per il 21 Marzo, Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie”, l’Associazione Culturale ventimigliese “LIBER theatrum” ha deciso di ospitare nell’estremo Ponente ligure. Grazie al patrocinio e al fondamentale sostegno della Città di Bordighera, dopo la replica mattutina di “MUTU – La legge del silenzio” altro spettacolo di PrimaQuinta, riservata agli studenti delle scuole superiori, ecco un’altra occasione per vedere all’opera il bravissimo attore siciliano, sempre più affezionato e legato al nostro territorio in cui ogni volta raccoglie grande successo e ampio apprezzamento da parte del pubblico. 

Informazioni, prenotazione e acquisto dei biglietti, oltre che la sera stessa direttamente al botteghino del teatro, telefonando al nr. 338 6273449 oppure rivolgendosi alla libreria Casella, in Via della Stazione 1d a Ventimiglia o inviando una mail a liber.theatrum@gmail.com.

Anch’esso vincitore di innumerevoli premi e riconoscimenti e chiaramente dedicato al tema della delinquenza organizzata, in particolare puntando l’attenzione proprio sulle vittime innocenti di mafia, lo spettacolo di Rapè è infatti la dolcissima e toccante storia di Calogero, rimasto “bambino” dopo avere assistito all’omicidio dei genitori commesso davanti ai suoi occhi. Una messa in scena da pelle d’oca dove il “bimbo Rapè”, rifugiatosi per sempre su un albero, vive in compagnia del suo fedele amico, il burattino Gino. Un vero e proprio urlo disperato ‘ad un passo dal cielo’ il suo “W LA MAFIA” in un siciliano nitido, in cui viene esemplificata al meglio cosa vuole dire “narrazione scenica” e dove alla pura emozione si alternano anche i momenti di commovente divertimento, riuscendo a toccare le corde più nascoste degli spettatori, fino al cuore in maniera sottile e profonda, quasi inavvertitamente. Uno spettacolo che fa male all’anima e induce alla riflessione in un crescendo candido, che si commuove e commuove, ma drammaticamente sobrio.

Rapè è un grande funambolo poetico del palcoscenico e in un’ora di spettacolo non tocca letteralmente mai terra rimanendo quasi sospeso ad un passo dal cielo… riuscendo a fare rabbrividire e scaldare la pelle, avendo scritto e mettendo in scena la storia di un adulto trentenne mai cresciuto. Le movenze delle mani del padrone del palco sembrano quelle di un pittore che cerca di continuo di stravolgere con cura la sua opera fluttuando nell’aria il pennello al cielo.

W la mafia” è un vero e proprio inno di insulto alla distruzione sociale, personale e umana della dignità. Un grandissimo e unico, toccante, momento di poesia, che commuove pur nell’amarezza della narrazione. Rapè domina il palco da solo, in un monologo appassionato, che arriva al pubblico che lo ascolta piano piano, quasi inavvertitamente, coinvolgendolo con la testa e con il cuore… Originalissima la scelta di fare ricorso all’innocente follia dei bambini, e così lo spettacolo è figlio della più dolce tra le favole e della più crudele e spietata delle realtà. Nella sua ingenuità il bimbo Rapè ha il potere di impersonare tutta la rabbia, la tristezza e il rancore dei parenti delle vittime innocenti uccise dalla mafia. Da ciò è nata una storia delicata, plasmata con maestria, toccante e in cui, sul palco accanto all’attore siciliano, è possibile trovare e riconoscere tutti i morti ammazzati… Un urlo nel buio che tocca il cuore!   

INFO: 338 6273449 / liber.theatrum@gmail.com


Grandissima attesa per il pluripremiato ed emozionantissimo spettacolo teatrale “MUTU – La legge del silenzio” della Compagnia siciliana PrimaQuinta, di e con Aldo RAPE’ e Gaspare BALSAMO per la regia di Lauro Versari, in programma Domenica 19 Marzo alle ore 18,00 a Ventimiglia Alta, in pieno centro storico, al “B&B Casa Fenoglio” in Via Garibaldi n° 20 in una eccezionale location, assolutamente esclusiva, unica ed originale: con i piedi degli spettatori “praticamente dentro la scena”!

foto locandina marzo 2017-page-001

A organizzare e ospitare il gruppo teatrale di Aldo Rapè, che a Ventimiglia ha confessato trovarsi “come a casa”, sarà ancora una volta l’Associazione Culturale ventimigliese “LIBER theatrum” memore del grandissimo successo ottenuto nelle precedenti occasioni e dell’ampio apprezzamento tributato dal numeroso pubblico intervenuto.

Informazioni, prenotazioni e, causa il limitato numero di posti disponibili, indispensabile acquisto dei biglietti solo ed esclusivamente in prevendita, telefonando al nr. 338 6273449 oppure rivolgendosi alla libreria Casella, in Via della Stazione 1d a Ventimiglia o inviando una mail a liber.theatrum@gmail.com.

Un’altra eccezionale occasione quindi per assistere ad un lavoro premiato, al suo debutto, come miglior spettacolo straniero al Festival di Avignone OFF 2012, nel 2014 ospitato e selezionato all’Italian Theatre Festival di New York e che molto presto diventerà anche un film.

Scritto e interpretato, assieme a Gaspare Balsamo, dall’attore e drammaturgo siciliano Aldo Rapè, “MUTU” è probabilmente quello che si può definire un “piccolo” capolavoro del teatro indipendente. Un testo eccellente: un vero e proprio “cazzotto” nello stomaco per le emozioni regalate allo spettatore, grazie anche ad un linguaggio semplice e diretto, che penetra nel cuore di chi lo guarda, scuotendone l’anima.

Una storia che è una bomba ad orologeria. La storia di due fratelli, due uomini del nostro tempo, uno prete e l’altro mafioso, ingabbiati nelle loro vesti e nei loro ruoli, ma desiderosi di scappare. La mafia e la chiesa, come pretesto per parlare del vero male che colpisce i due protagonisti: la solitudine ed il vuoto esistenziale che esiste nella nostra civiltà.

Dopo dieci anni di lontananza “u mafiusu” e “u parrino” si rincontrano. Due strade opposte le loro, due “dottrine” diverse, due status sociali agli antipodi; ma per quanto possano sembrare lontani, i due fratelli sono in qualche modo accomunati dalle loro solitudini, emarginati a causa della legge del silenzio: l’omertà. Muti sono rimasti per una vita, davanti alla crudeltà, alla fame, alle ingiustizie. Rivangano il loro passato, con l’amaro in bocca, e si raccontano attraverso aneddoti della loro infanzia, giustificandosi per le loro scelte. Si scontrano, si picchiano, ma in fondo hanno solo voglia di riabbracciarsi e di mettere da parte il passato, lasciandosi trascinare dal richiamo del sangue.

Il tema affrontato è forte, d’impatto, e vale per tutti, perché la solitudine non fa distinzioni e tanto meno discriminazioni. Poco più di un’ora per uno spettacolo emozionante e perfetto nella costruzione drammaturgica e nella bella e intensissima interpretazione dei due attori. Aldo Rapè e Gaspare Balsamo sono “semplicemente” bravi, da applaudire lungamente asciugandosi qualche lacrima.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com


i-giusti-prima-pagina-page-001

i-giusti-seconda-pagina-page-001


locandina

a natale con i tuoi….

” THE DAY AFTER XMAS “

con noi….

A Natale si è tutti più buoni, ma il giorno dopo è ancora Natale?   E’ la giornata degli avanzi, ma anche  delle riflessioni e dei bilanci. La slitta di Babbo Natale riprende il suo viaggio per “tornare a casa” ed ecco iniziare anche un viaggio nel tempo e dentro ognuno di noi, perchè non si rimane mai abbastanza bambini per vivere il Natale e non si cresce mai abbastanza per desiderare di ignorarlo.

lunedì 26 Discembre ore 17.00

Chiesa Anglicana di Bordighera

ingresso libero


Intensa settimana quella appena iniziata per “LIBER theatrum”!

Dopo la serie di sorprendenti e apprezzatissimi spettacoli estivi, la dinamica e sempre molto attiva Associazione Culturale ventimigliese da infatti il via anche per quest’anno alle sue proposte con i nuovi corsi di recitazione. Venerdì 21 Ottobre alle ore 17.15 appuntamento con i più piccoli a Ventimiglia presso la palestra PRAMITI in via Cabagni Baccini n° 15. Mercoledì 19 Ottobre alle ore 20.00 a Vallecrosia presso il “piccolo teatrino” sito in Via San Rocco 16 (sotto la chiesa moderna di San Rocco) “OPEN DAY” invece primo appuntamento anche per il nuovo gruppo di maggiori di 18 anni a sancire l’inizio ufficiale di un nuovo periodo che già si annuncia pieno di sorprese e iniziative.
Anche quest’anno adulti, ragazzi e bambini avranno la possibilità di iscriversi e iniziare una nuova avventura emozionante e unica sotto la guida, come sempre, di Diego Marangon, attore e regista, anima di “LIBER theatrum”.
Anche per la nuova stagione e per il quattordicesimo anno consecutivo – tra Ottobre 2016 e Giugno 2017 – viene quindi offerta la possibilità di cimentarsi nell’arte della recitazione, prevedendo una ricca e variegata serie di corsi, oltre alla possibilità di partecipare a laboratori e workshop specifici che anche quest’anno verranno proposti.
Telefonando al nr. 338 6273449 oppure scrivendo all’indirizzo mail liber.theatrum@gmail.com e visitando il sito www.libertheatrum.com sarà possibile non solo già iscriversi, ma anche avere informazioni e ottenere dettagli e le delucidazioni necessarie.
Gratuito, senza impegno e libero a tutti, sarà l’accesso ai primi due incontri di ogni corso, per consentire a chiunque di prendere visione direttamente e comprendere “al meglio“ di che cosa si tratta, ricevendo informazioni su giorni, orari, costi e ogni altro dato utile a decidere se iniziare o meno l’avventura teatrale a partire dalla metà di ottobre.
Come gli anni scorsi, a guidare i gruppi sarà Diego Marangon, che con i suoi corsi di recitazione da anni rinnova un’offerta sempre molto apprezzata da chi si vuole avvicinare al mondo del teatro, per sperimentare la propria predisposizione o soddisfare desiderio e curiosità latenti, così come hanno fatto nel corso degli anni complessivamente quasi 350 allievi e corsisti, alcuni dei quali sono diventati una colonna portante di quella che ormai è diventata una vera e propria ‘compagnia teatrale’ che anche quest’anno ha mietuto successi e riconoscimenti.
Sull’onda della bella esperienza dei vari “workshop” organizzati nel corso degli ultimi mesi, sono inoltre in via di definizione anche per il nuovo anno corsi e seminari intensivi con altri attori e registi in alcuni fine settimana, che si aggiungeranno all’offerta formativa già prevista inizialmente e ciò al fine di approfondire ulteriori aspetti della recitazione, conoscere nuove e diverse realtà teatrali e diventare protagonisti attivi anche di ulteriori, interessanti ed estemporanei progetti teatrali.
Anche quest’anno si è quindi alla vigilia di un cammino lungo e articolato, che certamente richiederà impegno, costanza, serietà e dedizione, ma che ancora una volta riuscirà a regalare soddisfazioni, gratificazioni e grandi sorprese, offrendo stimoli ed entusiasmo, solleticando e sollecitando la curiosità di coloro che decideranno di iscriversi per cogliere quei risultati che da anni vengono raggiunti brillantemente, vincendo con successo una sfida personale affascinante e arricchente. Un percorso dedicato al corpo ed alla voce, fatto di esercizi corporei e giochi teatrali, improvvisazioni e lavoro sull’intenzione, che permetterà agli aspiranti attori di esplorare e sperimentare soprattutto la propria sfera emozionale, per riuscire a mettere in scena la parola drammaturgica e trasmettere al meglio un messaggio, facendo vibrare le corde emotive degli spettatori, in un viaggio metaforico che, come al solito, porterà alla messa in scena di un saggio finale.
Info: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comwww.libertheatrum.com

locandina_liber_mod2-19-ottobre-corso-per-adulti

Con un “OPEN DAY” dedicato al CORSO PER ADULTI fissato per Mercoledì 19 Ottobre alle ore 20.00 a Vallecrosia presso il “piccolo teatrino” sito in Via San Rocco 16 a Vallecrosia (sotto la chiesa moderna di San Rocco) attesissimi e sempre molto richiesti, iniziano anche quest’anno i nuovi corsi di recitazione organizzati dall’Associazione Culturale “LIBER theatrum”.
Dopo i tanti impegni e successi ottenuti con gli spettacoli messi in scena durante l’estate ormai finita (tra i tanti ricordiamo “IL PRINCIPE PICCOLO” e “…da CAPO!”) adulti, ragazzi e bambini avranno la possibilità, anche per il nuovo anno alle porte, di iscriversi e iniziare una nuova avventura emozionante e unica sotto la guida, come sempre, di Diego Marangon, attore e regista, anima di “LIBER theatrum”.
Anche per la nuova stagione e per il quattordicesimo anno consecutivo – tra Ottobre 2016 e Giugno 2017 – viene quindi offerta la possibilità di cimentarsi nell’arte della recitazione, prevedendo una ricca e variegata serie di corsi, oltre alla possibilità di partecipare a laboratori e workshop specifici che anche quest’anno verranno proposti.
Telefonando al nr. 338 6273449 oppure scrivendo all’indirizzo mail liber.theatrum@gmail.com e visitando il sito www.libertheatrum.com sarà possibile non solo già iscriversi, ma anche avere informazioni e ottenere dettagli e le delucidazioni necessarie.
Gratuito, senza impegno e libero a tutti, sarà l’accesso ai primi due incontri di ogni corso, per consentire a chiunque di prendere visione direttamente e comprendere “al meglio“ di che cosa si tratta, ricevendo informazioni su giorni, orari, costi e ogni altro dato utile a decidere se iniziare o meno l’avventura teatrale a partire dalla metà di ottobre.
Come gli anni scorsi, a guidare i gruppi sarà Diego Marangon, che con i suoi corsi di recitazione da anni rinnova un’offerta sempre molto apprezzata da chi si vuole avvicinare al mondo del teatro, per sperimentare la propria predisposizione o soddisfare desiderio e curiosità latenti, così come hanno fatto nel corso degli anni complessivamente quasi 350 allievi e corsisti, alcuni dei quali sono diventati una colonna portante di quella che ormai è diventata una vera e propria ‘compagnia teatrale’ che anche quest’anno ha mietuto successi e riconoscimenti.
Sull’onda della bella esperienza dei vari “workshop” organizzati nel corso degli ultimi mesi, sono inoltre in via di definizione anche per il nuovo anno corsi e seminari intensivi con altri attori e registi in alcuni fine settimana, che si aggiungeranno all’offerta formativa già prevista inizialmente e ciò al fine di approfondire ulteriori aspetti della recitazione, conoscere nuove e diverse realtà teatrali e diventare protagonisti attivi anche di ulteriori, interessanti ed estemporanei progetti teatrali.
Anche quest’anno si è quindi alla vigilia di un cammino lungo e articolato, che certamente richiederà impegno, costanza, serietà e dedizione, ma che ancora una volta riuscirà a regalare soddisfazioni, gratificazioni e grandi sorprese, offrendo stimoli ed entusiasmo, solleticando e sollecitando la curiosità di coloro che decideranno di iscriversi per cogliere quei risultati che da anni vengono raggiunti brillantemente, vincendo con successo una sfida personale affascinante e arricchente. Un percorso dedicato al corpo ed alla voce, fatto di esercizi corporei e giochi teatrali, improvvisazioni e lavoro sull’intenzione, che permetterà agli aspiranti attori di esplorare e sperimentare soprattutto la propria sfera emozionale, per riuscire a mettere in scena la parola drammaturgica e trasmettere al meglio un messaggio, facendo vibrare le corde emotive degli spettatori, in un viaggio metaforico che, come al solito, porterà alla messa in scena di un saggio finale.
Info: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

liber-theatrum-parfum-trebbia2016-page-001

NEI PROSSIMI GIORNI:

«Portando in scena, in una splendida villa sui colli piacentini, come regalo a sorpresa per i numerosi invitati presenti, una nuova versione dell’ultimissimo spettacolo “…da CAPO!” si è chiusa Sabato scorso, ospiti di una festa vip, la lunghissima, intensa e poliedrica estate di “LIBER theatrum”. Una nuova, bella, originale e simpaticissima trasferta teatrale conclusasi, come testimoniato dalla divertente ed ironica foto allegata, con un “quasi” bagno purificatore nelle fresche acque del fiume Trebbia a Bobbio, sotto le arcate del “ponte Gobbo”, a cementare ulteriormente il grande spirito e l’unione di un gruppo sempre più proiettato verso nuovi successi ed esperienze artistiche, ma non solo.

Dopo una brevissima pausa ed un meritatissimo riposo, ora si pensa già alle tante iniziative e ai programmi per la nuova stagione ormai alle porte. Innanzitutto Domenica 25 Settembre, in una location suggestiva, una grande festa esclusiva e riservata al “mondo LIBER theatrum”; quindi, da Venerdì 7 a Domenica 9 Ottobre, la seconda edizione del workshop “aWEEKening” e da metà Ottobre, con i nuovi corsi di recitazione per adulti, ragazzi e bambini, l’apertura dell’attività didattica per il nuovo anno teatrale di “LIBER theatrum”.

aweekening-2016

Grande attesa, dopo il grandissimo successo estivo nel borgo di Perinaldo e ai Giardini Hanbury dello spettacolo “IL PRINCIPE PICCOLO” – che a questa esperienza si è letteralmente ispirato – grazie alla collaborazione e con il patrocinio con il Comune di Dolceacqua, per la nuova edizione di “aWEEKening” workshop di approfondimento di recitazione, scrittura creativa e tecnica vocale a cura di: Alessandro BERGALLO (poliedrico attore anche del Teatro della Tosse) Diego MARANGON, attore, regista e anima di “LIBER theatrum”, Andrea BEGNINI, da sempre creatore dei testi teatrali per Bergallo, e Bruna VIETRI, cantante ed insegnante di canto. Gli allievi potranno quindi studiare assieme a professionisti del settore per migliorare le proprie capacità artistiche al fine di aprire le loro conoscenze e la coscienza del proprio io.

L’obiettivo è quello di poter creare un gruppo di lavoro per potersi mettere in gioco e condividere così le proprie esperienze e riuscire a trascorrere tre giorni all’insegna dell’arte, all’interno della cornice medievale del paese di Dolceacqua (IM), patria del Rossese, delle michette, città dalla bandiera arancione, uno dei borghi più belli e suggestivi d’Italia.

Il numero dei partecipanti è chiuso, le iscrizioni già aperte ed il programma dei corsi andrà dall’apprendimento di tecniche specifiche (interpretazione, recitazione, respirazione, voce portata, scrittura, etc…) alla realizzazione di mise en place e di eventuali pezzi cantati, fino al laboratorio di arti teatrali. Ogni allievo potrà così comprendere meglio se stesso e la propria fisicità in comunione con le emozioni e le necessità tecniche, tutto questo con il fine e lo scopo di permettere ad ognuno di andare in scena.

Per INFORMAZIONI ed ISCRIZIONI: “LIBER theatrum” Cell. (+39) 338 6273449 • liber.theatrum@gmail.com • WWW.LIBERTHEATRUM.COM
Libreria CASELLA: Tel. (+39) 0184 357900 • e-mail: casellasrl@tin.it
Per prenotare e aderire al workshop è necessario un bonifico di preiscrizione di €uro 30,00 specificando la causale “Workshop Dolceacqua 2016” sul conto corrente intestato a: ASSOCIAZIONE CULTURALE “LIBER THEATRUM” – IBAN: IT97 1084 3949 1100 0023 0100 869 – Banca di Caraglio Ag. di Ventimiglia

I riferimenti “LIBER theatrum” di cui sopra potranno essere utilizzati anche per avere informazioni e dettagli sui nuovi corsi di recitazione che avranno inizio dalla metà di  Ottobre e sull’intera attività dell’Associazione Culturale».

IL Principe piccolo sta per tornare….  non ve lo vorrete mica perdere?

FB_IMG_1471964130989

Il cielo dei Giardini Hanbury per il teatro diffuso del Principe Piccolo.

L’associazione Culturale “LIBER THEATRUM” di Ventimiglia e gli “Spiazzati” di Genova riportano in scena “il Principe Piccolo”

Scarpe comode e naso all’insù … tutti pronti per percorrere i meravigliosi sentieri dei giardini Hanbury in compagnia di astronomi, attori e musicisti e per partecipare in prima persona al viaggio di ritorno del Piccolo Principe verso casa.

Liberamente ispirato al protagonista del libro più conosciuto di Antoine de Saint-Exupéry, il Principe Piccolo è il divertente racconto di un viaggio che ci riguarda tutti attraverso le stelle e i pianeti che popolano lanostra stessa mente. E quale migliore collocazione potrebbe trovare di un giardino sotto le stelle comelo spettacolare parco di Villa Hanbury?

Giardini Hanbury -La Mortola Corso Montecarlo 43 -18039 Ventimiglia

DOMENICA 28 Agosto 2016 ore 21,15

Ingresso:12 euro (sconto 20 % per i minori di anni 14 e soci COOP)

@ locandina da capo dolceacqua-page-001

E’ prevista per Martedì 9 Agosto alle ore 21.30 nella suggestiva ambientazione del Castello Doria di Dolceacqua l’attesissima replica del nuovissimo e misterioso ultimo spettacolo teatrale di “Liber theatrum”
“…da CAPO!!! – Mistero al Castello Doria” nella sua prima uscita ai Giardini Hanbury ha infatti letteralmente sorpreso e colpito gli spettatori che tutto si aspettavano, ma non certo di partecipare così attivamente e piacevolmente, potendola addirittura indirizzare e dirigere, alla messa in scena!!!
Nel nuovo spettacolo teatrale di “LIBER theatrum” è infatti prevista anche una possibile e simpatica interazione da parte del pubblico, ma di cui autore, regista e attori stanno cercando in tutti i modi di tenere celato, segreto e nascosto il maggior numero possibile di dettagli!
Il nuovissimo spettacolo di “LIBER theatrum” sarà infatti una sorpresa assoluta, a cominciare dal titolo: intrigante, ma anche imperscrutabile. Impositivo e imperativo quel “…da CAPO!!!” quasi a minacciare invece che invitare a risolvere il “mistero” al Castello Doria di Dolceacqua.
Nella originale location del bel borgo della Val Nervia, con la regia di Diego Marangon, il pubblico sarà ancor una volta coinvolto in maniera originale e unica, a stretto contatto con gli attori, fino quasi a toccarli, potendo e volendo entrare nella loro vita e nel loro mondo fatto di azioni ed emozioni. Un’esperienza inusuale e coinvolgente, sorprendente e inattesa, dove il divertimento, la curiosità e il desiderio di scoprire qualcosa saranno assicurati a tutti quanti, comodamente seduti all’aperto sotto un tetto di stelle.
L’ingresso è fissato in € 10,00

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com


locandina w la mafia

Grande attesa, per addetti ai lavori, ma anche per i semplici appassionati di teatro, per il ritorno a Ventimiglia dell’attore di teatro siciliano Aldo Rapè – Prima Quinta teatro, apprezzatissimo e ormai conosciutissimo per avere portato in scena nei mesi scorsi qui in riviera, ma anche nel Principato di Monaco, il bellissimo spettacolo sul tema della mafia “MUTU”.

E’ infatti inserito nel calendario di “HanburycheSPETTACOLO!”16 e in programma Domenica 24 Luglio alle ore 21.30 nel bel piazzale davanti alla Villa, nello splendido scenario dei Giardini Botanici Hanbury, il suo spettacolo “Ad un passo dal cielo – W LA MAFIA” per la regia di Nicola Vero, ovviamente dedicato ancora una volta al tema della delinquenza organizzata mafiosa, peraltro pochi giorni dopo e in occasione dell’anniversario della morte del Giudice Borsellino avvenuta il 19 Luglio 1992.

Uno spettacolo emozionante e dolcissimo, “da pelle d’oca” in cui Rapè porterà in scena la storia di un ragazzo, Calogero, rimasto bambino, dopo aver assistito all’omicidio dei suoi genitori. La favola di un bimbo siciliano e del suo fido compagno Gino, un burattino. Un vero e proprio urlo disperato ad un passo dal cielo il suo “W LA MAFIA”.

Ancora una volta bravissimo e da non perdere assolutamente Aldo RAPE’, che in un siciliano nitido esemplifica cosa vuol dire “narrazione scenica”, riesce anche a divertire, ma soprattutto tocca le corde più nascoste degli spettatori, fino al cuore in maniera sottile e profonda, quasi inavvertitamente. Fa male all’anima e induce alla riflessione in un crescendo candido, che si commuove e commuove, poeticamente sobrio. Un vero e proprio funanbolo da palcoscenico, dove per quasi un’ora di spettacolo l’attore non tocca mai“ terra, rimanendo quasi sospeso “ad un passo dal cielo… che si commuove e commuove.

Rapè riesce a fare rabbrividire e scaldare la pelle, avendo scritto e mettendo in scena la storia di un adulto trentenne mai cresciuto…Le movenze della mani del padrone del palco sembrano quelle di un pittore che cerca di continuo di stravolgere con cura la sua opera fluttuando il pennello al cielo. “W LA MAFIA” è un inno di insulto alla distruzione sociale, personale ed umana della dignità umana.

Un grandissimo e unico, toccante momento di poesia, che commuove pur nell’amarezza della narrazione e Rapè domina il palco da solo, in un monologo appassionato, che arriva al pubblico che lo ascolta coinvolgendolo di testa e di cuore grazie all’originalissima scelta di fare ricorso all’innocente follia dei bambini.

Uno spettacolo figlio della più dolce tra le favole e della più crudele e spietata delle realtà. Una favola reale e crudele in cui l’innocente e folle “piccolo” Calogero ha il potere di impersonare tutta la rabbia, la tristezza e il rancore dei parenti delle vittime uccise dalla mafia.

Da tutto ciò è nata una storia delicata, plasmata con maestria, toccante… sul palco assieme ad Aldo Rapè ci sono tutti i morti ammazzati. Un urlo nel buio che tocca il cuore…

Come per “MUTU”, vincitore al Festival di Avignone Off e poi ospitato in giro per l’Europa, sino a New York, negli Stati Uniti, innumerevoli anche in questo caso i premi e le segnalazioni prestigiose ricevute.

Ancora una volta Aldo RAPE’ ha fatto centro… Preparatevi a commuovervi e sorridere allo stesso tempo!

Ingresso € 15,00 – Dalle ore 20.30 anche per la performance prova aperta degli allievi del workshop che si terrà dal 21 al 24 Luglio e dalle ore 21.30 “solo” per lo spettacolo.


Il cielo e i vicoli di Perinaldo per il teatro diffuso del Principe Piccolo
PrinciPiccolo_Man_001-page-001

L’Associazione Culturale “LIBER theatrum” di Ventimiglia e gli “Spiazzati” di Genova portano in scena, per la prima volta e nella città natale dell’astronomo Giovanni D. Cassini, “Il Principe Piccolo”.
Scarpe comode e naso all’insù… tutti pronti per percorrere i vicoli del centro storico di Perinaldo in compagnia di astronomi, attori e musicisti e per partecipare in prima persona al viaggio di ritorno del Piccolo Principe verso casa.

Liberamente ispirato al protagonista del libro più conosciuto di Antoine de Saint-Exupéry, Il Principe Piccolo è il divertente racconto di un viaggio che ci riguarda tutti attraverso le stelle e i pianeti che popolano la nostra stessa mente. E quale migliore collocazione potrebbe trovare di un borgo sotto le stelle come Perinaldo, patria dell’astronomo Giovanni Domenico Cassini?
Piazze, vicoli, androni e gli scorci più nascosti del centro storico del borgo ligure si apriranno così agli occhi e ai passi di spettatori di ogni età, che potranno tracciare il proprio personale percorso tra i pianeti e gli astri che riconducono con ironia il Piccolo Principe e tutti quanti noi verso casa. Ogni luogo della mappa astrale vivrà attraverso il racconto di un protagonista, che costruirà la propria storia assieme al gruppo di spettatori che si troverà a passare nelle sue vicinanze.
Lo spettacolo comincerà e si concluderà nella piazza principale del paese, dove l’intero corpo di cantanti e attori traccerà i confini di questo viaggio immaginario tra le stelle e i pianeti della nostra esistenza con l’aiuto di alcuni astronomi che, durante il percorso, punteranno i loro telescopi offrendo un colpo d’occhio ravvicinato con il cielo stellato sopra Perinaldo …e sopra di noi.

Perinaldo, Piazza della Chiesa di San Nicolò
Domenica 17 luglio 2016, Ore 21.30
Ingresso libero

Dalle 19.00 apertura stand gastronomici curati e organizzati dalla ProLoco di Perinaldo

“IL PRINCIPE PICCOLO”
di Andrea BEGNINI e Alessandro BERGALLO

Performance teatrale del laboratorio di recitazione AWEEKENING
Collaborazione ai testi: Diego MARANGON e gli allievi del laboratorio
Regia: Alessandro BERGALLO e Diego MARANGON
Scenografie: Luciana SGARAVATTI e Moreno CAMPODONI
Costumi: Elisabetta PICCIONI e Graziella CALIO’
Musiche: Alessandro BERGALLO con la partecipazione di Bruna VIETRI della scuola “Suono Movimento Canto – Vinci (FI)”
Grafica e Comunicazione: Diego LUPANO
Assistente di produzione: Chiara QUARANTA
Sponsor Tecnico: VA.MA. SERVICE – Servizi per lo Spettacolo

Antoine de Saint-Exupéry – Diego Marangon
Horst Rippert – Claudio Ristagno
Scrutatori del Cielo – Niklas A. Coen, Giovanni La Pignola
Cacciatore di Stelle – Alessio Mussapp
Hostess delle Stelle – Tiziana Trapani Ferrari
Pianeta del Re – Paola Ravani
Pianeta della Donna d’Affari – Monica Giannini
Pianeta del Lampionaio – Elisabetta Piccioni
Pianeta dell’Uomo Nero – Claudio Vecchio
Sonda Cassini – Alessandra Di Bonaventura e con la partecipazione dell’astronomo Lorenzo Sicignano
Pianeta delle Paure – Ylenia Chirico, Pier Luigi Mariotti, Roberta Remaggi
Pianeta dei Perché – Cinzia Guglielmi, Lucia Lombardi
Pianeta dell’Unione Impossibile – Alessandra Sorrenti
Pianeta del Giovane e del Vecchio – Giuseppe Famà e Christian Cavagna
Pianeta dell’Odio – Elena Triveri
Pianeta della Rosa – Silvia Nappini, Stella Perrone, Bruna Vietri, Claudia Lorenzi
Pianeta del Citofono – Moreno Campodoni
Pianeta della Purezza – Marinella Lanteri, Mariapina Rebaudo
Pianeta dei Miracoli – Alessandro Bergallo, Chiara Quaranta

_ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _

Inizia, con il nuovissimo e misterioso ultimo spettacolo teatrale di “LIBER theatrum” – in programma Sabato 9 Luglio alle ore 21.30 – nella fantastica e magica ambientazione dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia, quasi al confine con la Francia, attesissimo anche quest’anno, il Festival “HanburycheSPETTACOLO!”16 – Teatro in movimento e Concerti d’estate.

Anche quest’anno, pensato ed organizzato in sinergia tra l’Associazione Culturale “LIBER theatrum” e l’Associazione Culturale “Corelli musica” con il patrocinio di Regione Liguria e sotto l’egida dell’Università degli Studi di Genova e dei Giardini Hanbury Area Protetta Regionale, oltre al contributo di COOP Liguria, si annuncia più ricco e originale che mai, con una serie di proposte molto interessanti e variegate.

Da capo.locandina.3

 

 Sabato 9 Luglio con “…da CAPO!!!” mistero ai Giardini Hanbury, il nuovo spettacolo teatrale di “LIBER theatrum” in cui è prevista anche una possibile e simpatica interazione da parte del pubblico,

ma di cui autore, regista e attori stanno cercando in tutti i modi di tenere celato, segreto e nascosto il maggior numero possibile di dettagli!


Il nuovissimo spettacolo di “LIBER theatrum” sarà infatti una sorpresa assoluta, a cominciare dal titolo: intrigante, ma anche imperscrutabile. Impositivo e imperativo quel “…da CAPO!!!” quasi a minacciare invece che invitare a risolvere il “mistero” ai Giardini Hanbury.
In prima assoluta, nella suggestiva atmosfera degli Hanbury e con la regia di Diego Marangon, il pubblico sarà ancor una volta coinvolto in maniera originale e unica, a stretto contatto con gli attori, fino quasi a toccarli, potendo e volendo entrare nella loro vita e nel loro mondo fatto di azioni ed emozioni. Un’esperienza inusuale e coinvolgente, sorprendente e inattesa, dove il divertimento, la curiosità e il desiderio di scoprire qualcosa saranno assicurati a tutti quanti, comodamente seduti all’aperto sotto un tetto di stelle.
L’ingresso è fissato ad € 12,00 (scontato a € 10,00 per minori di anni 14 e soci COOP).

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com

“HanburycheSPETTACOLO!”16 proseguirà con un bellissimo WORKSHOP-laboratorio teatrale riservato ai corsisti di “LIBER theatrum” con l’attore siciliano Aldo RAPE’ (PRIMA QUINTA – Caltanissetta) notissimo anche qui in Riviera per lo spettacolo “MUTU”. da Giovedì 21 a Domenica 24 Luglio dal titolo: “ALLA RICERCA DEL PROPRIO CLOWN” – Un percorso tra comicità e ricerca personale del clown che alberga in ciascuno di noi”.

Proprio Domenica, la serata si aprirà alle ore 20.30 con una prova aperta al pubblico e una performance finale del lavoro svolto, per poi proseguire – con inizio alle ore 21.30 – con lo spettacolo teatrale di Aldo Rapè “Ad un passo dal cielo” – W LA MAFIA.

Giovedì 28 Luglio alle ore 21,15 sarà invece la volta della presentazione letterario-teatrale-musicale dell’ultimo romanzo di Roberto Negro “Il mistero del cadavere senza nome”. Presente l’autore, la serata sarà condotta da Diego Marangon e vedrà la partecipazione di alcune voci narranti di “LIBER theatrum” e del musicista Mauro Vero (chitarra e voce).

Sabato 30 luglio torna l’appuntamento con il Tango e la Milonga che così tanto successo hanno raccolto negli anni scorsi. Alle ore 20.30 piccolo aperitivo in musica con il duo Gianni MARTINI (fisarmonica) & Marisa FAGNANI (chitarra e voce) e a seguire la ““MILONGA AL CHIAR DI LUNA”. Una collaborazione LIBER theatrum in collaborazione con El Gato Tanguero.

Domenica 31 Luglio alle ore 21.15 primo dei tre appuntamenti musicali, con Filippo GAMBETTA “OTTO BAFFI” concerto musicale – presentazione del nuovo progetto discografico.

Così come Sabato 6 Agosto alle ore 21.15 con Carlo AONZO Trio con il concerto musicale “A mandolin Journey”.

Domenica 14 Agosto alle ore 21,15 primo spazio riservato soprattutto ai più piccini con il “MUSICASTORIE” – Ogni musica contiene una storia da scoprire…. Uno spettacolo musicale-teatrale per grandi e bambini di interazione con il pubblico, che sarà invitato a partecipare e suonare con le artiste in scena: Claudia LORENZI (arpa celtica) e Diandra DI FRANCO (flauto traverso).

Nuovo spazio per i più piccoli Domenica 21 Agosto alle ore 21.15 con il gradito ritorno di Claudio DEl Toro e della sua “Barca dei Soli” che in sinergia con “LIBER theatrum” metterà in scena lo spettacolo teatrale “BOCCONI DI FAVOLE”.

Giovedì 25 Agosto alle ore 21.15 terzo appuntamento musicale con Michel BALATTI e “THE NORTHERN BREEZE” Irish flute music. Anche questo un concerto – presentazione del nuovo album.

Gran finale Domenica 28 Agosto ore 21.15 con la replica de “IL PRINCIPE PICCOLO” che esordirà in prima assoluta Domenica 17 a Luglio a Perinaldo. Si tratta di una produzione LIBER theatrum e Compagnia GLI SPIAZZATI (nuova bottega comica di Genova). Una performance teatrale del laboratorio di recitazione AWEEKENING, in realtà un vero e proprio spettacolo teatrale “diffuso” per bambini e adulti con la regia e la partecipazione, pure come attori, di Diego Marangon e Alessandro Bergallo (già assai noto come attore anche della Tosse di Genova).

 HANBURYcheSPETTACOLO2016_locandina-page-001
                                       – – – – – –

Inizierà Venerdì 24 Giugno alle ore 19.00 ad ingresso libero e gratuito .

all’interno della splendida cornice del Museo Bicknell a Bordighera sulla Via Romana al nr 39 – la serie di appuntamenti teatrali estivi dell’Associazione Culturale “LIBER theatrum” innanzitutto a conclusione dei suoi corsi di recitazione, guidati e diretti da Diego Marangon, che cura anche la regia dei relativi saggi finali.

Primo appuntamento dedicato ai più piccoli, con la messa in scena de

“La vocina dai capelli d’oro” liberamente ispirato a “Il Piccolo Principe”.

IL PICCOLO PRINCIPE
Il testo, che vedrà impegnati i piccoli attori in un luogo e contesto culturale assolutamente unico e fantastico, in mezzo a libri, fotografie, cimeli e reperti storici, artistici e culturali, trae ispirazione dalla bellissima storia che da più di mezzo secolo continua ad affascinare grandi e piccini in tutto il mondo.
Un’occasione unica per scoprire un luogo prestigioso e magico, totalmente in sintonia con il testo che sarà interpretato dai giovanissimi attori. Un racconto poetico sempre attuale che, nella forma di un’opera letteraria per ragazzi, affronta con leggerezza temi universali come il senso della vita e il significato dell’amore e dell’amicizia, costituendo in realtà una specie di educazione sentimentale che soprattutto gli adulti continuano a scoprire sempre più con il trascorrere del tempo e dell’età, quasi a rimpiangere di avere vissuto in una maniera diversa da quella suggerita dal Piccolo Principe. Una serie di vere e proprie lezioni di vita che ci vengono quasi involontariamente suggerite dai più piccoli, essi si che si fanno condurre dal cuore a cercare la bellezza e l’essenzialità nelle cose, invisibili agli occhi e presenti “forse” solo tra le stelle nel cielo notturno sopra di noi.
Fra le opere letterarie più celebri del XX secolo e ancora oggi tra le più vendute in assoluto della storia, il racconto del “bimbo dai capelli d’oro” è stato tradotto in 253 lingue e dialetti e stampato in oltre 135 milioni di copie in tutto il mondo.

Nelle settimane successive, sempre a Bordighera, nei bei giardini della Chiesa Anglicana, sono invece in programma altri due appuntamenti teatrali a conclusione, anche quest’anno di un lungo ed impegnativo periodo di formazione recitativa.

Mercoledì 29 Giugno alle ore 21.30 il gruppo de “Les Femmes” di “LIBER theatrum” metterà infatti in scena uno spettacolo completamente al femminile. “Emozione DONNA 2.0” il titolo;

GRUPPO DONNE

qui recensione e foto della serata

mentre Martedì 5 Luglio alla stessa ora sarà la volta di “SOGNI”, saggio finale degli allievi adulti del 13^ corso di recitazione di “LIBER theatrum”. Entrambi gli spettacoli portano la firma come regista di Diego Marangon.

A chiudere questa prima tranche teatrale estiva :

Sabato 9 Luglio alle ore 21.30

– il nuovissimo, originale e molto atteso spettacolo teatrale di “LIBER theatrum”. Una intrigante situazione che certamente saprà coinvolgere e incuriosire il pubblico che assisterà a

“…da CAPO – mistero ai Giardini Hanbury”.

GIARDINI MISTERIOSI

Ancora una volta sarà infatti la fantastica ambientazione dei Giardini Botanici Hanbury ad ospitare la prima assoluta di un nuovo spettacolo, che costituirà anche la serata iniziale della terza edizione del festival

“HanburycheSPETTACOLO!”16 – Teatro in movimento e Concerti d’estate.

Si preannuncia ancora una volta molto ricca quindi la stagione di eventi messi in calendario da “LIBER theatrum” spesso di concerto e in sinergia con la libreria Casella di Ventimiglia. Numerosi saranno, infatti, anche gli appuntamenti letterari e gli incontri d’autore distribuiti tra i vari comuni della costa e l’immediato entroterra, che hanno visto una gustosa anteprima Domenica scorsa al Teatro del Casinò di Sanremo, con lo spettacolo letterario-musicale-teatrale dedicato all’ultimo romanzo di Roberto Negro, che verrà replicato più volte in diverse località nelle prossime settimane, sino a Settembre.
INFO. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com
——–

CLICCA QUI PER INFORMAZIONI

WORKSHOP DI IMPROVVISAZIONE TEATRALE

————

TORNA ” MUTU”

da non perdere !!!

Grazie all’iniziativa di “LIBER theatrum” – a grandissima richiesta, attesissimo  e assolutamente  ‘da non perdere’ – torna nuovamente nell’estremo Ponente ligure, Domenica 20 Marzo alle ore 18.30 al Teatro del Palazzo del Parco di Bordighera, “MUTU” – La legge del silenzio. Bellissimo, indimenticabile ed emozionante spettacolo teatrale della compagnia siciliana ‘Prima Quinta’ dedicato al tema della mafia. Regia di Lauro VERSARI, e due attori grandi interpreti e protagonisti in scena: Aldo RAPE’ e Gaspare BALSAMO.

Con il patrocinio e il fondamentale sostegno del Comune di Bordighera, il supporto logistico ventimigliese di libreria Casella, Baires Cafè  e “Casa Fenoglio B&B”, ancora una volta l’Ass. Cult. “LIBER theatrum” si è fatta carico dell’organizzazione  e dell’ospitalità del gruppo teatrale siciliano, memore del grandissimo successo ottenuto nello scorso ottobre, ma anche del gran numero di mancati spettatori, causa la limitata capienza dell’Oratorio dei Bianchi nel centro storico di Ventimiglia Alta, utilizzato per la originale e suggestiva messa in scena.  GALLERIA FOTOGRAFICA

Oltre che direttamente al botteghino Domenica 20 Marzo, informazioni, prevendita e prenotazioni telefonando al 338 6273449 o scrivendo una mail a liber.theatrum@gmail.com. Prezzo del biglietto di ingresso € 12,00 – Ridotti € 10,00

Un’altra eccezionale occasione quindi per assistere ad un lavoro premiato, al suo debutto, come miglior spettacolo straniero al Festival di Avignone OFF 2012 e nel 2014 ospitato e selezionato all’Italian Theatre Festival di New York.

Scritto e interpretato, assieme a Gaspare Balsamo, dall’attore e drammaturgo siciliano Aldo Rapè, con la regia di Lauro Versari, “MUTU” è probabilmente quello che si può definire un “piccolo” capolavoro del teatro indipendente. Un testo eccellente: un vero e proprio “cazzotto” nello stomaco per le emozioni regalate allo spettatore, grazie anche ad un linguaggio semplice e diretto, che penetra nel cuore di chi lo guarda, scuotendone l’anima.

Una storia che è una bomba ad orologeria. La storia di due fratelli, due uomini del nostro tempo, uno prete e l’altro mafioso, ingabbiati nelle loro vesti e nei loro ruoli, ma desiderosi di scappare. La mafia e la chiesa, come pretesto per parlare del vero male che colpisce i due protagonisti: la solitudine ed il vuoto esistenziale che esiste nella nostra civiltà. Dopo dieci anni di lontananza “u mafiusu” e “u parrino” si rincontrano. Due strade opposte le loro, due “dottrine” diverse, due status sociali agli antipodi; ma per quanto possano sembrare lontani, i due fratelli sono in qualche modo accomunati dalle loro solitudini, emarginati a causa della legge del silenzio: l’omertà. Muti sono rimasti per una vita, davanti alla crudeltà, alla fame, alle ingiustizie. Rivangano il loro passato, con l’amaro in bocca, e si raccontano attraverso aneddoti della loro infanzia, giustificandosi per le loro scelte. Si scontrano, si picchiano, ma in fondo hanno solo voglia di riabbracciarsi e di mettere da parte il passato, lasciandosi trascinare dal richiamo del sangue. Il tema affrontato è forte, d’impatto, e vale per tutti, perché la solitudine non fa né distinzioni né tanto meno discriminazioni. Poco più di un’ora per uno spettacolo emozionante e perfetto nella costruzione drammaturgica e nella bella e intensissima interpretazione dei due attori.

Aldo Rapè e Gaspare Balsamo sono “semplicemente” bravi, da applaudire lungamente asciugandosi qualche lacrima.

INFO: 338 6273449 / liber.theatrum@gmail.com / www.libertheatrum.com

—————————

CHP_6827

Si è conclusa nel migliore dei modi nel pomeriggio di sabato 30 Gennaio, preso il Museo Civico Archeologico “Girolamo Rossi”, sito nel Forte dell’Annunziata a Ventimiglia, la settimana di “LIBER theatrum” dedicata anche quest’anno, in occasione delle celebrazioni della Giornata della Memoria, al dramma della Shoah, all’Olocausto e alle innumerevoli vittime del fanatismo nazifascista durante la Seconda Guerra Mondiale.

Per il terzo anno consecutivo un nuovo spettacolo teatrale, questa volta incentrato in particolare sulla necessità di continuare  a conoscere, rimuovendo il silenzio troppo a lungo calato su questa catastrofe storica, per non disperdere la ‘memoria, ricordando e non dimenticando’, coltivandola ogni giorno e non solo nella data simbolo del 27 Gennaio, giorno in cui ricorre la celebrazione della liberazione del campo di sterminio polacco di Auschwitz.

Dopo l’esordio di venerdì sera 22 a Bordighera alla Chiesa Anglicana, bissato nella mattinata di mercoledì 27 al Palazzo del Parco in maniera esclusiva per gli studenti, la terza ed ultima replica del nuovo lavoro di “LIBER theatrum” , messo in scena in maniera itinerante nei cortili sotterranei e in maniera stanziale nelle nuove sale espositive del Museo, è stato ancora una volta un grande successo, apprezzatissimo dal numeroso,  attento e commosso pubblico presente. Definito da alcuni spettatori, struggente ed emozionante, ‘In memoria. Ricordare per non dimenticare’ questo il titolo scelto dal regista Diego Marangon, ha saputo trasmettere, grazie alle voci, alla grande tensione emozionale e alla forte presenza scenica dei fantastici interpreti, i sentimenti e i pensieri più intimi dei sopravvissuti, ma anche le testimonianze di chi dal buio e dal nulla dei campi di sterminio non è più tornato.

Azzeccatissime anche le musiche scelte come colonna sonora dello spettacolo e le coreografiche dei balletti curate da Michela Andreoli.  Assolutamente indispensabile e appropriata la essenziale e minimalista scenografia costituita dalle fotografie in bianco e nero – “immagini dal campo” – del fotografo ventimigliese Saverio Chiappalone, scattate a Birkenau nel 2011, in pellicola, sviluppate e stampate direttamente dall’autore, stampa ai sali d’argento, volutamente  su carta scaduta. Una vera e propria “piccola mostra” che ha ulteriormente arricchito uno spettacolo già di per sé dal forte impatto emotivo.

Ancora una volta, compagni di viaggio di questo vibrante ed emozionantissimo lavoro teatrale, sono stati il Comune di Bordighera che, come in passato, ha patrocinato e sostenuto lo spettacolo, la COOP Liguria, sempre sensibile alle iniziative e produzioni di ‘LIBER theatrum’ e, quest’anno, anche il M.A.R. Museo Civico Archeologico G. Rossi nella persona della dottoressa Daniela Gandolfi, responsabile del Museo, da subito entusiasta di accogliere in un luogo altamente suggestivo una rappresentazione così intensa e toccante. Da non dimenticare l’insostituibile supporto logistico del Baires Cafè di Ventimiglia, vero e proprio “quartier generale” dell’Associazione Culturale ‘LIBER theatrum’ e all’occorrenza anche estemporanea sala prove della compagnia teatrale ventimigliese.

Oltre alla ballerina Erica CUSUMANO, nove gli interpreti che si sono avvicendati nelle varie repliche: Valentina BRUNO, Giuseppe FAMA’, Monica GIANNINI, Lucia LOMBARDI, Diego MARANGON, Stella PERRONE, Mariapina REBAUDO, Alessandra SORRENTI, Claudio VECCHIO.

GALLERIA FOTOGRAFICA

INTERVISTA AL REGISTA Diego MARANGON

LE FOTO DI BORDIGHERA.NET DELLA PRIMA SERATA

 Nuovo documento 59_2

Anche in questo anno 2016, in occasione delle celebrazioni della “Giornata della Memoria, “LIBER theatrum” affronta con un nuovo spettacolo teatrale il dramma dell’Olocausto, la Shoah, che ha segnato in modo indelebile la vita di milioni di persone, coinvolte personalmente o attraverso i propri cari, nel corso della Seconda Guerra Mondiale.

Leggendo e rileggendo ancora una volta Primo Levi e attingendo alle sue riflessioni,  scorrendo le pagine di Liliana Segre, soffermandosi sulle altre innumerevoli testimonianze raccolte, emozionandosi alle parole di chi non è tornato dall’inferno dei lager, commuovendosi avendo tra le mani le lettere dei sopravvissuti, chiudendo gli occhi e serrando i pugni al racconto della loro terribile esperienza, viene affrontato un nuovo, ulteriore piano di lettura di questa immane tragedia: quale il significato vero, quale la necessità del ricorso allo strumento della “Memoria” per ricordare e non dimenticare. Meglio ancora: perché “ricordare”, perché “non dimenticare”? Perché continuare a coltivare il senso di ciò, elaborando una sorta di “memoria collettiva” che si realizza esponendosi inevitabilmente al dolore e alla sofferenza?

Listener 1

Informarsi, documentarsi, affrontare e inoltrarsi nel mondo dei lager, delle camere a gas, dei forni crematori, delle terribili umiliazioni e violenze subite da milioni di individui negli anni della persecuzione e repressione nazifascista, produce necessariamente e inequivocabilmente un trauma emotivo in chi decide di farlo. Si resta attoniti, increduli, sorpresi, senza trovare apparenti e possibili risposte di fronte a tanta insensata brutalità e violenza, e inevitabili sono invece le ulteriori domande che sorgono spontanee. Soprattutto, “perché si deve ricordare”?

Ecco la domanda vera e fondamentale che ci si pone a ormai settant’anni dal verificarsi di un evento che in molti, per motivi opposti e contrapposti, hanno invece cercato di sotterrare, di tacere, di nascondere, taluni addirittura di negare.

Certo è ormai trascorso un periodo abbastanza lungo, ma purtroppo è in parte passato invano, perché fenomeni se non uguali e della stessa dimensione e intensità, ma certo similari e preoccupanti, hanno continuato nel corso di questi decenni ad accadere nel mondo. Anche oggi stiamo vivendo un periodo di tragedie che con ritmo quotidiano irrompono nelle nostre case: bombardamenti, attentati, profughi in cerca di salvezza che invece trovano la morte in mare o che sono brutalmente respinti alle frontiere accompagnati dall’ostilità e dall’indifferenza di troppi… Anche questo sembra essere senza rimedio e senza fine, come se si fosse immersi in un dolore senza speranza, quella speranza che invece può venire solo dalla conoscenza.

Da tutto ciò la scelta drammaturgica di ricorrere alla parte minimalista della Storia, in particolare utilizzando anche le lettere di chi non è tornato dai lager e dei sopravvissuti, scoprendo i loro ricordi più intimi e pudicamente tenuti nascosti… Scovare cioè quei ricordi, scoprire quei volti così simili alle troppe vittime delle forme di SHOAH moderne, oggi così innumerevoli, seppure con diverse caratteristiche.

Listener

Perché, come afferma Primo Levi,

“se comprendere è impossibile, conoscere è necessario…”.

INFO: 33806273449 – liber.theatrum@gmail.com –

“IN MEMORIA. Ricordare per non Dimenticare” VENERDI’ 22 gennaio ore 21,00 BORDIGHERA Chiesa Anglicana – INGRESSO € 10,00 ridotto € 8,00

MERCOLEDI’ 27 gennaio ore 10.30 BORDIGHERA Palazzo del Parco ore 10,30 – INGRESSO RISERVATO ALLE SCUOLE

SABATO 30 gennaio ore 16.30 VENTIMIGLIA M.A.R. Forte dell’Annunziata – INGRESSO A OFFERTA LIBERA

FINALE DI MUTU

Serata fantastica e successo strepitoso, quello riscosso domenica, per lo spettacolo teatrale “MUTU La legge del silenzio” messo in scena dal gruppo siciliano “Prima Quinta”

– protagonisti Aldo Rapè e Gaspare Balsamo, con la regia di Lauro Versari – nella bellissima e appropriata location, in realtà ancora oggetto di doveroso e necessario restauro, dell’Oratorio dei Bianchi a Ventimiglia Alta nella zona del Cavo. La chiesa di San Giovanni Battista, al cui recupero andrà anche in questo caso una parte dell’incasso, è stata infatti immediatamente e gentilmente messa a disposizione degli organizzatori dell’evento: l’Associazione Culturale “LIBER theatrum” in collaborazione con il B&B Casa Fenoglio e la libreria Casella, da Don Luca Salomone, che ha totalmente apprezzato e accettato la proposta culturale dalla forte tematica etica e sociale trattata, legata al tema della “mafia” ma non solo..
Un pubblico numeroso, ma purtroppo molti sono stati coloro che non hanno potuto trovare posto all’interno della sala, ha seguito in maniera estremamente attenta, affascinata e partecipe una rappresentazione emozionante, appassionata, coinvolgente, a tratti commovente, tributando al termine una vera e propria ovazione “tutti in piedi” ai due attori siciliani, visibilmente soddisfatti e commossi da così tanti applausi e dal grande affetto dimostrato dagli spettatori presenti. Ciliegina sulla torta il ricco e apprezzatissimo (mega)aperitivo offerto al termine della serata, allestito – con il lavoro delle ragazze di “LIBER theatrum” – nell’altrettanto bellissimo B&B “Casa Fenoglio” (che ha ospitato i due attori anche per la notte) a pochi passi dall’Oratorio, grazie alla generosità dei titolari Arianna & Davide, sempre attenti e disponibili a sostenere le proposte culturali che diano valore e risalto al paese Alto di Ventimiglia, un centro storico mai abbastanza apprezzato e coccolato.


Un’occasione unica ed eccezionale per assistere ad un lavoro premiato come miglior spettacolo straniero al Festival di Avignone OFF nel 2012, a giugno 2014 ospitato a New York dal prestigioso Festival di teatro italiano “In Scena” e che presto diventerà anche un film per il cinematografo.
“Ventimiglia. Il confine d’Italia. Oggi un pezzo di Sicilia. Più che un pezzo di Sicilia….. un pezzo di cuore di Sicilia – ‘MUTU’ – Noi abbiamo appena finito la tournée in un posto così”. Queste le parole toccanti che accompagnano una foto del nostro mare dalle mura di Ventimiglia Alta lanciate dai due attori al loro risveglio, il mattino successivo, al momento della partenza.


E queste le sincere e appassionate di Aldo Rapè appena giunte via mail:

”Che dire? E’ e sarà un’esperienza unica che ci porteremo dietro per molto tempo. La forza del posto, la vostra energia, di Liber Theatrum e la partecipazione del pubblico… qualcosa di unico e straordinario… Ho ricevuto e ricevo anche oggi tanti complimenti ed innumerevoli commenti e richieste di amicizia… Sono contento. Ancora grazie! Un grande abbraccio a voi tutti… e non finisce qui…


Una bellissima “cosa”, ormai patrimonio di tutti. Una serata di teatro, cultura, emozione, ma anche condivisione e convivialità.

QUI ALCUNE FOTO DELLA SERATA

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...