IL TEATRO DELLE EMOZIONI

Archivio dell'autore

“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ultima replica

Reduci dalla bella e delicata serata di Mercoledì all’Auditorium di Ospedaletti con “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA”, LIBER theatrum torna immediatamente in scena, cambiando totalmente registro, con la replica del divertente e sferzante spettacolo “COVIDDI TUTTU L’ANNU” con cui si chiude Sabato 4 Settembre alle ore 21.30 la settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate – Festival di arti varie, ancora una volta ospitato nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury in frazione Mortola Inferiore di Ventimiglia.

 Dopo il grande successo ottenuto a Luglio a Perinaldo, il lavoro teatrale conferma ulteriormente la sua attualità essendo dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, “COVIDDI TUTTU L’ANNU” rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte. A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere e che ora si stanno barricando su posizioni antagoniste e pericolose nei loro possibili sviluppi.Ancora un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, tecnico audio e luci Stefano Hutter.

Ingresso a pagamento: intero € 12 – ridotto € 10 – gratuito per i minori di anni 6 anni. Possibile pagare soltanto con contanti.
INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ultima replica

Si chiude Sabato 4 Settembre alle ore 21.30, con l’attesissima replica dello spassoso “COVIDDI TUTTU L’ANNU”, il nuovo spettacolo di LIBER theatrum, la settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate – Festival di arti varie,   che si svolge nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury in frazione Mortola Inferiore di Ventimiglia

Dopo il grande successo ottenuto a Luglio a Perinaldo, il lavoro teatrale conferma la sua attualità essendo dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, “COVIDDI TUTTU L’ANNU”

rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte. A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere e che ora si stanno barricando su posizioni antagoniste e pericolose nei loro possibili sviluppi.Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.Ingresso a pagamento: intero € 12 – ridotto € 10 – gratuito per i minori di anni 6 anni. Possibile pagare soltanto con contanti.
LIBER theatrum sarà infine nuovamente in scena, a chiudere la sua breve ma intensa tournée estiva, Domenica 19 Settembre a Vallebona, per riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, con “VITTIME O CARNEFICI” spettacolo di teatro diffuso tra piazzette e carruggi.Ancora un lavoro differente per altrettante situazioni teatrali diverse, a confermare il costante lavoro e la continua attenzione data alla realtà che ci circonda, caratteristica che da sempre caratterizza il lavoro del gruppo ventimigliese.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


“I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” Ospedaletti

Annullato Lunedì scorso, causa maltempo, lo spettacolo di LIBER theatrum “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” è stato rinviato a Mercoledì 1 Settembre alle ore 21.30 sempre nel bell’Auditorium in Corso Regina Margherita a Ospedaletti. Nuova tappa della breve tournèe estiva di LIBER theatrum, quest’anno in sinergia con PRIMAQUINTA dell’attore e regista siciliano Aldo Rapè e il costante sostegno di COOP Liguria, l’appuntamento è inserito nel calendario degli eventi estivi della cittadina rivierasca, a ingresso libero e gratuito e nel rispetto della normativa antiCovid.Il lavoro teatrale  con la regia di Diego Marangon e una quindicina di interpreti in scena conferma ancora una volta la grande poliediricità e versatilità interpretativa del gruppo teatrale ventimigliese.

Liberamente ispirato al libro ‘La prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale), si tratta di uno spettacolo in cui leggerezza e delicatezza riusciranno certamente a sorprendere e affascinare il pubblico.

Un’occasione unica per tornare indietro con la memoria e incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso travolgono fino all’indifferenza.

Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti sfilare dalle mani, ma al tempo stesso riscoprire, valore e importanza di tante, belle e mai abbastanza apprezzate abitudini quotidiane. 

Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, ma anche patrimonio del passato prossimo di ognuno di noi, verranno proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera assolutamente unica e incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.

Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai però leziosa: piccoli tocchi impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano ormai dimenticato.

Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo. Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta, l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità, superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta nella vita abbiamo gustato, che ci hanno incantato e che ci mancano sempre più.

LIBER theatrum tornerà in scena immediatamente nella serata di Sabato 4 Settembre ai Giardini Hanbury di Ventimiglia con la replica del divertentissimo “COVIDDI TUTTU L’ANNU” a chiudere “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate, Festival di arti varie, giunto quest’anno alla sua settima edizione e infine nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre nel centro storico del paese di Vallebona con lo spettacolo di teatro diffuso  “VITTIME O CARNEFICI”. Poi si penserà all’Autunno con tanti nuovi progetti pronti per essere realizzati.

INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it – www.comune.ospedaletti.im.it 
Oggetto:LIBER THEATRUM A OSPEDALETTI CON I PICCOLI PIACERI DELLA VITA

Mostra testo citato


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ai giardini Hanbury

Si chiude con la consueta replica dello spettacolo, messo in scena con successo e
grande apprezzamento da parte del pubblico in prima assoluta a Luglio a
Perinaldo, la settima edizione del Festival di arti varie
“HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate.
Grande attesa quindi per “COVIDDI TUTTU L’ANNU” nuovissimo spettacolo
che ha segnato il ritorno sul palco di LIBER theatrum e appuntamento fissato per
Sabato 4 settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia.
Si tratta di un lavoro teatrale dal titolo originale e sorprendente, dedicato al
particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto
di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.
Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche
drammatico nelle sue reali e recenti vicende, rappresenta il primo di una trilogia “in
divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori
produzioni nel prossimo autunno) avente per oggetto la situazione sociale, sanitaria
ed economica in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte.
A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno,
invitando in realtà a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo
intorno a noi da marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi
indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta
incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della
comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere.
Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che
non lascerà certo indifferenti. La regia, come di consueto, è di Diego
Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter»
Per la prima volta, quest’anno, il calendario di
“HanburycheSPETTACOLO!”21 è stato pensato e organizzato in sinergia con
PRIMAQUINTA, la realtà artistica siciliana che fa capo all’attore e regista
Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e con cui
produce spettacoli teatrali ed eventi vari.
Dopo alcuni estemporanei spettacoli teatrali itineranti messi in scena nella
straordinaria location dei Giardini Hanbury, la manifestazione è stata pensata
e creata nel 2014 dall’Associazione Culturale LIBER theatrum.
Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al
naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno alla
manifestazione è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il
consueto e costante sostegno di COOP Liguria. Confermato anche il supporto
specifico come partner mediatico di RADIO NIZZA (la radio ufficiale della
Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli
italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra).
Il calendario di quest’anno, in parte ridotto rispetto alle precedenti edizioni, a
causa delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria a causa del Covid,
prevedeva due concerti musicali, due serate teatrali, una presentazione

libraria e, per tutto il mese di Agosto, nei quattro MERCOLEDI’ tardo
pomeridiani, gli APERITIVI ALL’IMBRUNIRE” a cura della Cooperativa
OMNIA.
Per le serate musicali e teatrali ingresso fissato a € 12 per gli adulti, ridotto a
€ 10 per soci COOP e minori da 6 a 14 anni.
Prenotazioni e INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com –


Immagine

Spettacolo rinviato per pioggia


I PICCOLI PIACERI DELLA VITA DI LIBER THEATRUM A OSPEDALETTI

“Una carezza per l’anima” ecco uno dei commenti più appropriati del pubblico per commentare la bellissima e delicata serata con “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, reading di parole e musica con cui LIBER theatrum è andato in scena la scorsa settimana ai Giardini Hanbury di Ventimiglia. 

Delicatezza nei testi e nell’accuratezza della messa in scena che caratterizzerà anche il prossimo spettacolo teatrale del gruppo ventimigliese, in programma LUNEDI’ 23 Agosto alle ore 21.30 all’Auditorium Comunale in Corso Regina margherita di Ospedaletti a ingresso libero e gratuito, nel rispetto della normativa antiCovid e inserito nel calendario degli eventi estivi della bella cittadina dell’estremo Ponente ligure, quando verrà proposto “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” con la regia di Diego Marangon. Una nuova data nell’estate di LIBER theatrum, grazie alla sinergia con PRIMAQUINTA dell’attore e regista siciliano Aldo Rapè e al costante  sostegno di COOP Liguria.

Il lavoro teatrale è liberamente ispirato al libro ‘La prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale).

Come il libro, anche lo spettacolo è un vero e proprio ‘gioiello’ di leggerezza e delicatezza e saprà certamente e nuovamente sorprendere e affascinare il pubblico, accolto in una ambientazione unica, protetta e molto accogliente.

Sarà l’occasione per incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso travolgono fino all’indifferenza.

Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti sfilare dalle mani, ma al tempo stesso riscoprire valore e importanza, di tante, belle e mai abbastanza apprezzate abitudini quotidiane. 

Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, verranno proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.

Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai però leziosa: piccoli tocchi impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano ormai dimenticato.

Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo. Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta, l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità, superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta nella vita abbiamo gustato, che ci hanno incantato e che ci mancano sempre più.

INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it – www.comune.ospedaletti.im.it 


I PICCOLI PIACERI DELLA VITA a Ospedaletti

Prosegue la breve ma intensa tournèe di spettacoli di LIBER theatrum,
quest’anno in sinergia con PRIMAQUINTA di Aldo Rapè.
Nuovo appuntamento, a ingresso libero e gratuito e nel rispetto della
normativa antiCovid, Lunedì 23 Agosto all’Auditorium Comunale di Corso
Regina Margherita a Ospedaletti quando alle ore 21.30 con la regia di
Diego Marangon, e inserito nel calendario degli eventi estivi della bella
cittadina dell’estremo Ponente ligure, è in programma lo spettacolo
teatrale “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” liberamente ispirato al libro ‘La
prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese
Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche
in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie
vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale).
Come il libro, anche il lavoro teatrale è un vero e proprio ‘gioiello’ di
leggerezza e delicatezza e saprà certamente e nuovamente sorprendere e
affascinare il pubblico, accolto in una ambientazione unica, protetta e
molto accogliente.
Sarà l’occasione per incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose
essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi
dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso
travolgono fino all’indifferenza.
Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento
storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti
sfilare dalle mani una parte delle più belle e apprezzate abitudini
quotidiane.
Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, verranno
proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori,
languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del
vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che
giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro
immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera
incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.
Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai leziosa: piccoli tocchi
impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo
quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano
ormai dimenticato.
Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si
troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli
echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo.
Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta,
l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne
per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità,
superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta
nella vita abbiamo gustato e che ci hanno incantato.
INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comhttp://www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it –
http://www.comune.ospedaletti.im.it


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ci siamo! Hai prenotato?

Dopo un anno di sosta finalmente LIBER theatrum torna in scena e lo fa con “COVIDDI TUTTU L’ANNU” nuovissimo spettacolo previsto a Perinaldo domani SABATO 17 Luglio alle ore 21.30 in Piazza San Nicolò e in replica Sabato 4 Settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia.

 Un lavoro teatrale dal titolo originale e sorprendente, dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare e sdrammatizzare, se possibile e almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti. Si tratta infatti di uno spettacolo divertente e scoppiettante che, al di là dell’argomento scelto anche con risvolti tragici e tristi nelle sue reali vicende e conseguenze, rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” pronta già ad andare in scena con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno e avente per oggetto proprio la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia ha dovuto far fronte da più di un anno. Un testo solo all’apparenza leggero e banale, in realtà a tratti anche dissacrante e per alcuni versi provocatorio, che non fa sconti a nessuno, invitando tutti in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere. Un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che, seppure con il sorriso sulle labbra, non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


COVIDDI TUTTU L’ANNU – Perinaldo 17 luglio

Dopo un anno di astinenza a causa del Covid, anche LIBER theatrum fa ritorno effettivo sulle scene, innanzitutto con il gruppo “Original” a Perinaldo SABATO 17 Luglio alle ore 21.30 in Piazza San Nicolò e in replica Sabato 4 Settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia con “COVIDDI TUTTU L’ANNU” originale e sorprendente titolo del nuovissimo spettacolo dedicato proprio al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, anche per cercare di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Aldilà dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, si tratta di un lavoro teatrale divertente e dissacrante, il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni in Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da più di un anno a questa parte. Una serata scoppiettante per uno spettacolo a tratti dissacrante e che non fa sconti a nessuno, per alcuni versi quasi provocatorio, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutta quanto sta accadendo intorno a noi. Sottolineando incongruenze e contraddizioni, innanzitutto a livello sanitario e governativo, ma evidenziando anche quei comportamenti assurdi, quasi incomprensibili, dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere.
Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.
Ma LIBER theatrum sarà protagonista anche Giovedì 12 Agosto ore 21.30, nell’ambito di “HanburycheSPETTACOLO!”21 con il gruppo “Baci & Abbracci” a ricreare, come in passato, atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, con un appuntamento teatrale, in realtà uno spettacolo-reading di parole e musica dedicato ai libri del cuore. “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” il titolo con l’accompagnamento musicale di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  Altri appuntamenti e spettacoli del gruppo “Original” sono invece previsti per Lunedì’ 23 Agosto all’Auditorium di Ospedaletti per uno spettacolo di tutt’altro genere: “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” titolo evocativo a creare un’atmosfera ovattata e soffusa, dedicata alla malinconia delle cose minimaliste, molte purtroppo andate perdute e di cui, soprattutto in questi mesi di pandemia, abbiamo tanto sentito la mancanza e la nostalgia.  
Nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre a Vallebona, infine, a riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, per dire arrivederci all’Estate che ci lascerà e benvenuto all’Autunno in arrivo, una versione particolare di teatro diffuso con “VITTIME O CARNEFICI”. Uno spettacolo che, tra il serio e il faceto, indagherà su tutte quelle frustrazioni personali che ognuno di noi si porta dentro nella vita quotidiana, pronte a esplodere nel momento più inaspettato. Risate, ma anche sorrisi amari, per uno spettacolo che è lo specchio della società attuale, pronta a riversare sugli altri anche le proprie responsabilità. Tutti spettacoli differenti per altrettante situazioni teatrali diverse, a conferma del gran lavoro che in quest’ultimo anno, nonostante le difficoltà logistiche, è stato portato avanti dal gruppo ventimigliese.


HanburycheSPETTACOLO!21 Si parte…

Grande attesa per l’apertura della settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – teatro in movimento e concerti d’estate, il Festival di arti varie che, curato e organizzato dall’Associazione Culturale LIBER theatrum, nonostante le difficoltà e i problemi causati dal covid, tornerà quest’anno a essere ospitato nella splendida cornice dei Giardini  Botanici Hanbury a Ventimiglia in frazione Mortola Inferiore, praticamente al confine con la Francia.
Primo appuntamento SABATO 10 luglio alle ore 21.30 con la musica e il trio MaMiMau formato da Marisa Fagnani (voce e chitarra)Mirco Rebaudo (clarinetto e saxofono) e Mauro Parrinello (contrabbasso) per una serata che spazierà dallo Swing alla Bossa nova e alla Canzone d’autore, ulteriormente arricchita da un ospite apprezzatissimo: Massimo Dal Prà al pianoforte.Un’occasione straordinaria per ascoltare musicisti professionali e assai conosciuti, riuniti in un ensemble unico e originale.Marisa Fagnani, già allieva del grande chitarrista Armando Corsi, da più di dieci anni propone, infatti, con il noto fisarmonista Gianni Martini, un repertorio internazionale di jazz e musica brasiliana, mentre all’estero, soprattutto in Germania e Brasile, si è fatta conoscere con concerti di musica e cantautorato italiano.  Mirco Rebaudo, diplomato in clarinetto presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, ha poi affiancato allo studio di questo strumento quello del sassofono, inizialmente solo ad indirizzo jazzistico, facendo in seguito ricerca sul repertorio originale del ‘900.Primo clarinetto e sassofonista della Bordighera Symphony Orchestra, ha collaborato con la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, con l’orchestra del Conservatorio di Cuneo, nell’Ensemble Orchestrale “Des Alpes et de la Mer” e con l’orchestra “cantieri d’Arte” di Reggio Emilia. 
Oltre a tutto ciò, e ad altre numerose ed estemporanee partecipazioni e creazioni di gruppi musicali, fa parte del Quartetto Novecento, formazione che si dedica al repertorio del xx secolo, con il quale si è esibito al 49° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo (IM) e ha fondato la “Summertime marchin’ band”, formazione di dixieland itinerante, con la quale in passato ha vinto il premio “Oscar del mare” indetto dal quotidiano “La stampa” per lo spettacolo più originale della Liguria di ponente. All’attività concertistica affianca quella didattica come insegnante presso numerose scuole di musica dell’estremo Ponente ligure.Mauro PARRINELLO, diplomato al Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e ha conseguito l’idoneità nei concorsi delle Orchestre “Teatro Regio” di Torino, “Teatro Comunale G. Verdi” di Trieste e “Orchestra Sinfonica” di Sanremo dove ha ricoperto il ruolo di  primo contrabbasso. Attualmente collabora con l’Orchestra Sinfonica di Bordighera.Le sue esperienze spaziano dalla musica classica al jazz alla musica pop, ha all’attivo alcune pubblicazioni discografiche, ha suonato nell’orchestra del Festival della Canzone Italiana di Sanremo per quindici edizioni e continua a partecipare a diverse esperienze musicali, tra le quali un progetto discografico di brani inediti con il gruppo Mystic Now. Con il Quartetto Novecento ha partecipato al 49° festival internazionale di musica da camera di Cervo e continua l’attività concertistica con diverse formazioni locali.Massimo DAL PRA’, musicista eclettico, che col suo pianoforte spazia dal classico al jazz, con uno stile unico e inconfondibile, sarà l’ospite estemporaneo e graditissimo della serata.Dopo avere conseguito i diplomi di Pianoforte, Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro, Prepolifonia, Direzione d’Orchestra e Strumentazione per Banda presso il Conservatorio ‘G. Verdi’ di Torino, come pianista e clavicembalista si è dedicato anche alla musica da camera con differenti formazioni, proponendo anche brani di sua composizione. Ha collaborato, in alcune occasioni anche dirigendola, con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, come pianista, clavicembalista e arrangiatore. Ha diretto a Montecarlo il Magnificat di C.Ph.E. Bach e la prima rappresentazione dell’opera Il Gatto con gli Stivali del compositore R. Bellucci, allestita a Torino. 
E’ stato invitato a Lima per dirigere le Orchestre Nazionali Infantil e Juvenil del Perù, dove ha tenuto anche alcuni seminari di Direzione Corale, Direzione d’Orchestra e Jazz. Protagonista anche in due edizioni del festival internazionale di musica da camera di Cervo, oltre a essere direttore stabile e fondatore dell’Orchestra Sinfonica di Bordighera. suona anche in diversi gruppi jazz. 


“HanburycheSPETTACOLO!”21 è una manifestazione che, dopo alcuni estemporanei spettacoli teatrali itineranti messi in scena nella straordinaria location dei Giardini Hanbury, è stata pensata e creata nel 2014 dall’Associazione Culturale LIBER theatrum. Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno alla manifestazione è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il consueto e costante sostegno di COOP Liguria. Confermato anche il supporto specifico come partner mediatico di RADIO NIZZA (la radio ufficiale della Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra). La grande novità di questa nuova edizione è invece la sinergia, a livello organizzativo, con PRIMAQUINTA, la realtà artistica siciliana che fa capo all’attore e regista Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e con cui produce spettacoli teatrali ed eventi vari. 
Il calendario di quest’anno, comunque ridotto rispetto alle precedenti edizioni, a causa delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria a causa del Covid, prevede due concerti musicali, due serate teatrali, una presentazione libraria e, per tutto il mese di Agosto, nei quattro MERCOLEDI’: 4 – 11 – 18 e 25 con appuntamento fissato in biglietteria e solo su prenotazione, una visita guidata dei Giardini seguito dall’”APERITIVO ALL’IMBRUNIRE”. Il tutto a cura della Cooperativa OMNIA con ingresso tutto compreso fissato a € 20,00.  
Al concerto serale di Sabato 10 Luglio con il Trio MaMiMau, farà seguito Sabato 31 Luglio alle ore 18.00 la presentazione del volume “L’Album Berger. Una raccolta fotografica in onore di Thomas Hanbury” curato da Francesca De Cupis e Daniela Gandolfi. A moderare il prof. Mauro Mariotti, Direttore dei Giardini Hanbury. L’happening culturale, a ingresso gratuito, sarà seguito da un aperitivo.Quindi altro appuntamento musicale Venerdì’ 6 Agosto ore 21.30 con il concerto dei BLUE MOON per una “serata di luna blu” a inondare i giardini di note particolari suonate da Bruno BENINI all’armonica, Riccardo MILAN chitarra solista, Domenico ROSELLI chitarra, Francesco DE MARTE al basso e Ivano BARTOLOMAI alla batteria.Giovedì’ 12 Agosto ore 21.30, invece, a ricreare come in passato atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, primo appuntamento teatrale con lo spettacolo reading di parole e musica “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” portato in scena da LIBER theatrum con il gruppo “Baci & Abbracci” e l’accompagnamento di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  
Infine Domenica 4 Settembre sempre alle ore 21.30 chiusura con la replica dello spettacolo di LIBER THEATRUM “Original” “COVIDDI TUTTU L’ANNU” che esordirà Sabato 17 Luglio a Perinaldo!Entrambi gli appuntamenti teatrali con la consueta regia di Diego Marangon.

Per le serate musicali e teatrali ingresso fissato a € 12 per gli adulti, ridotto a € 10 per soci COOP e minori da 6 a 14 anni e prenotazione suggerita e consigliata.
Per INFO e prenotazioni: cell 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


Buona Pasqua…

Anche LIBER theatrum assiste, partecipa e riflette in questi giorni che in tutto il mondo, per la maggior parte dei cristiani, rappresentano la cd Settimana Santa: il periodo cioè che va dalla Domenica delle Palme al Sabato Santo che precede la Pasqua. Giorni in cui il cristianesimo celebra gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni di Gesù, che comprende in particolare la sua passione, la morte in croce e la resurrezione il terzo giorno successivo.

Per fare ciò continuiamo a ricordare i nostri lavori teatrali e, quasi in forma pagana, comunque né polemica e tanto meno profana, ci tornano alla mente innanzitutto le parole di un nostro spettacolo del 2013 che qui vogliamo ricordare e proporre come auspicio in questo oscuro periodo di pandemia. “UN MONDO MIGLIORE” il titolo altisonante e messaggio inequivocabile di quello che fu peraltro il saggio finale del corso di recitazione di quell’anno con la consueta regia di Diego Marangon. “E’ tempo di RISURREZIONE!!!E’ tempo di pensare a un nuovo mondo, un mondo migliore…RISURREZIONE significa inizio di una nuova storia.IL CORAGGIO DI SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA!Laddove la speranza non è la convinzione che le cose avranno un lieto fine (che tutto andrà bene) ma la certezza che le cose hanno un senso…La SPERANZA è la CONVINZIONE che si rivelerà un giorno, che tutto ciò che viviamo, momenti felici e momenti tristi, hanno un senso…

E lo scopo deve essere “avere un sogno”: sogno di un MONDO MIGLIORE, anzi MERAVIGLIOSO!!!

La strada è e sarà LUNGA, forse LUNGHISSIMA.In certi momenti le difficoltà sembreranno INSORMONTABILI, ma la SPERANZA, sostenuta da VALORI VERI, non verrà mai meno…”Buona Resurrezione a tutti Voi!


2018 “SETTANTACIDATANTO” e “DUE DI UNO”

Nel 2018 gli spettacoli teatrali itineranti estivi di LIBER theatrum sono due.Sempre in sinergia con Gli Spiazzati di Genova e Alessandro Bergallo, si torna innanzitutto a Perinaldo per “ridere sotto le stelle” con un esilarante “SETTANTACIDATANTO” per la celebrazione dei settant’anni dalla nascita della Costituzione italiana, replicato ancora una volta anche agli Hanbury. A Settembre invece, per l’Equinozio d’Autunno, si è nuovamente graditi ospiti del bello e accogliente borgo di Vallebona per “festeggiare” la fine dell’Estate, mettendo in scena un coloratissimo e altrettanto divertente “DUE DI UNO”, seguito da uno squisito aperitivo musicale in piazza. Spettacolo che sarà replicato l’anno dopo anche a Ventimiglia nella bella cornice del Forte dell’Annunziata.

Nonostante il tema certamente serio e impegnativo (la celebrazione dei settant’anni dalla promulgazione della Costituzione italiana) “SETTANTACIDATANTO” lo spettacolo di teatro diffuso che nell’estate 2018 si propaga nei caruggi di Perinaldo, è stato uno dei più divertenti e godibili messi in scena da LIBER theatrum.Grazie ai testi di Andrea Begnini, la regia di Alessandro Bergallo e Diego Marangon e la sinergia con il gruppo genovese de Gli Spiazzati, il pubblico ha infatti potuto godere di uno spettacolo sorprendente, ironico e al tempo stesso dalle tematiche su cui riflettere.

Il ritorno di LIBER theatrum a Vallebona a chiusura dell’estate 2018 con lo spettacolo di teatro diffuso “DUE DI UNO” riempì letteralmente di colori il borgo alle spalle di Bordighera. Al tramonto di una bella e calda domenica si chiuse con uno squisito aperitivo in musica a sigillare ulteriormente uno spettacolo basato sulle contraddizioni e le contrapposizioni della vita. Divertente per gli spettatori assistervi, divertente per gli interpreti prepararlo e metterlo in scena!


LIBER THEATRUM e 8 Marzo

Dal 27 Gennaio 2021 LIBER theatrum ha elencato i vari e numerosi spettacoli teatrali che fino a quando è stato possibile, ogni anno dal 2014 uno diverso, abbiamo dedicato alla celebrazione della Giornata della Memoria (per ricordare l’Olocausto e la Shoah) e nel 2020 anche della Giornata del Ricordo (per ricordare le vittime delle Foibe).Il 22 Febbraio invece abbiamo aderito alla giornata nazionale “FACCIAMO LUCE SUL TEATRO” riassumendo i nostri ulteriori e numerosissimi spettacoli di teatro itinerante e/o diffuso, proprio perché un vero teatro noi non lo abbiamo a disposizione, e abbiamo concluso il lungo elenco dei nostri lavori all’aperto con le foto dell’ultimo “VENERI O MARZIANI” andato in scena a Vallebona nel Settembre del 2019 ultimo di quasi venti e differenti spettacoli messi in scena dal 2011, in singolari e splendide location. Una media di 2 all’anno, tutti in luoghi e situazioni difficili da dimenticare.Dai bei borghi del nostro bellissimo entroterra: Perinaldo, Vallebona e Dolceacqua innanzitutto, a località anche a noi non troppo vicine, come Pontedassio, Limone Piemonte e Vinadio. Spesso in luoghi dove la storia si è fermata, come il Castello dei Doria a Dolceacqua o il Forte dell’Annunziata a Ventimiglia. Senza dimenticare luoghi dell’anima e dello spirito, cornici splendide per messe in scena assolutamente appropriate e pensate appositamente, come i Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia, quelli della Chiesa Anglicana e i Lowe, oltre all’Aranceto di Villa Pendice a Bordighera.Ricordare tutto ciò a noi e al nostro affezionato pubblico è il nostro modo di continuare, ostinatamente, a tenere “accese le luci sul teatro” che invece inopinatamente, quasi inspiegabilmente, continuano a restare spente da ormai un anno a questa parte a causa delle precauzioni sanitarie dovute al Covid!Vogliamo ringraziare tutti coloro, le Amministrazioni Comunali innanzitutto, ma anche l’Università degli Studi di Genova ad esempio, che ci hanno accolto, ingaggiato, permesso di ‘fare teatro’ e proporre i nostri spettacoli, la nostra passione, le nostre emozioni, sperando avere sempre ricambiato con il nostro impegno ed entusiasmo, facendo divertire ed emozionare il pubblico presente… Ora, non vi lasciamo soli, no! Continueremo nei prossimi giorni a ricordare ed elencare i nostri quasi innumerevoli lavori. A cominciare da oggi 8 Marzo Festa della Donna che, anche in questo 2021, non verrà ricordata e festeggiata mai abbastanza e in maniera appropriata, riproponendo quegli spettacoli che LIBER theatrum e il suo regista Diego Marangon hanno dedicato in particolare all’universo femminile e alle sue problematiche.


2017 “TUTTA COLPA DI TROIA” e “HBH HANBURY BOOK HOSPITAL – Curarsi con i libri”

Il terzo capitolo dell’estate 2017 con il teatro itinerante di LIBER theatrum è costituito da “TUTTA COLPA DI TROIA”. In replica a Settembre agli Hanbury, l’apprezzatissimo e divertentissimo spettacolo di teatro “diffuso” va in scena infatti ancora una volta in prima assoluta a Perinaldo, sempre presenti Alessandro Bergallo e Gli Spiazzati di Genova.Un modo originale e ironico per ripercorrere le gesta raccontate nei grandi poemi omerici dell’Iliade e dell’Odissea, che in Troia hanno visto il centro nevralgico e originario di tutto. Pubblico coinvolto e divertito dalle storie rivedute trasportate ai giorni nostri dei personaggi mitologici e letterari, che hanno avuto per amore o per forza, Troia nel proprio destino. Elena, Paride, Zeus, ma anche i ciclopi, le colonne d’Ercole e il cavallo. Fino ad arrivare alla più stretta attualità con la crisi economica della Grecia nella quale, forse, anche Troia ha avuto le sue belle responsabilità.

LOCANDINA 2
LOCANDINA

Nell’estate 2017 LIBER theatrum organizza anche la quarta edizione di ‘HanburycheSPETTACOLO’! Calendario ricchissimo con ben dieci appuntamenti di teatro, musica, letteratura, tango e gastronomia, spalmati tra Luglio e Settembre. Ad inaugurare il Festival un mega spettacolo teatrale itinerante: “HBH HANBURY BOOK HOSPITAL – Curarsi con i libri”Più di venticinque interpreti a occupare le cinque postazioni ambulatoriali distribuite nei Giardini, diventati una vera e propria struttura ospedaliera a cielo aperto, con il pubblico coinvolto e immerso sin dall’ingresso in un’atmosfera quasi surreale, ma divertente e intellettuale al tempo stesso. Una serata indimenticabile per scoprire un modo diverso di affrontare la malattia e le nostre fobie arricchendo il nostro spirito!


2016 “IL PRINCIPE PICCOLO” e “…DA CAPO!!!”

La vera e inaspettata sorpresa dell’estate 2016 fu lo spettacolo teatrale itinerante “IL PRINCIPE PICCOLO” liberamente ispirato al capolavoro di Antoine de Saint-Exupery “Il piccolo Principe”, contestualizzato ai giorni nostri e messo in scena in prima assoluta nel bel borgo di Perinaldo, sede anche dell’osservatorio astronomico intitolato a G.D. Cassini, con ulteriore replica a fine estate nei Giardini Hanbury. Un divertente e ispirato viaggio attraverso i pianeti e le conseguenti metafore anche contemporanee e moderne, per ridere sotto le stelle, liberamente tratto dal bel libro di Antoine de Saint-Exupery “Il piccolo Principe”, frutto della nascita anche di AWEEKENING, un progetto multidisciplinare in collaborazione con il grafico (e non solo) Diego Lupano, oltre alla partecipazione straordinaria del noto attore genovese Alessandro Bergallo e del gruppo ‘Gli Spiazzati’ del capoluogo ligure. Una nuova scommessa vinta da LIBER theatrum!

Prima de “IL PRINCIPE PICCOLO” con cui si inaugurerà una nuova e fruttuosa collaborazione con il Comune di Perinaldo, cambio radicale di registro per il primo lavoro, con cui peraltro si apre la terza edizione di “HanburycheSPETTACOLO!” e pubblico letteralmente coinvolto nella rappresentazione. “…DA CAPO!!! mistero ai Giardini Hanbury” è infatti praticamente una sorprendente e inattesa “serata con delitto” con conseguente “caccia all’assassino” in cui gli spettatori si vedono sfilare davanti di volta di volta, nelle varie postazioni, i vari interpreti e potenziali indiziati, a cui poter rivolgere domande sotto forma di un vero e proprio interrogatorio alla ricerca del responsabile dell’omicidio commesso in scena.Uno spettacolo unico nel suo genere che verrà replicato anche al Castello dei Doria a Dolceacqua e in una indimenticabile serata organizzata in una stupenda villa d’epoca sulle colline piacentine per un evento straordinario, con il corpo recitante costantemente chiamato anche a improvvisare sulla base dei quesiti del pubblico, piacevolmente sconcertato, ma divertito e coinvolto dall’evolversi della serata, assolutamente non prevedibile nei suoi sviluppi.


2015 “DELL’AMORE LE PAROLE

Per la seconda edizione di “HanburycheSPETTACOLO!” nell’estate 2015 il nuovo spettacolo teatrale itinerante pensato e diretto da Diego Marangon per LIBER theatrum è “DELL’AMORE LE PAROLE”. Un coinvolgente viaggio dedicato per la prima volta esclusivamente all’Amore con la A maiuscola! Un originale lavoro in cui ancora una volta voci e musica si intrecciano, accompagnando lo spettatore in quello che da sempre e costantemente è motore e volano della vita delle donne e degli uomini, sempre alla ricerca dell’emozione vera e sorprendente in grado di dare un vero senso all’esistenza di noi tutti. Un viaggio inaspettato e sorprendente: dall’Amore infinito, semplicemente bello e vero, quasi etereo, a quello drammatico e non corrisposto, capace di trasformarsi anche in odio; dall’Amore idealizzato, tipico del Medio Evo, a quello triste, disperato, anche luttuoso; dall’Amore “per fortuna” anche divertente, giocoso e gioioso a quello fallimentare e abbandonato.


2014 “VITTIME E CARNEFICI”

Nell’estate del 2014 LIBER theatrum decide di valorizzare ancor più la scelta degli spettacoli itineranti dando vita a un evento che diventerà un appuntamento fisso anche nelle estati successive: “HanburycheSPETTACOLO!” – TEATRO in movimento e CONCERTI d’estate, un vero e proprio Festival di arti varie che sfrutta la splendida location dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia!Ben tre e assai diversi gli spettacoli messi in scena in quella bella estate, tutti diretti da Diego Marangon, a rappresentare quella bella commistione di stili e arti che sempre più caratterizzeranno anche in futuro i lavori di LIBER theatrum. “VITTIME O CARNEFICI” fu praticamente una rivisitazione divertente e ironica del primo spettacolo teatrale in assoluto di cui Diego Marangon aveva curato la regia in maniera stanziale quasi dieci anni prima. Liberamente ispirato al libro ‘Delitti imperfetti’ di Max Aub, sorprendenti furono le scelte su un testo dedicato alla morte, a quella violenta in particolare. Tutti omicidi e assassini assurdi, inaspettati, quasi inspiegabili e al tempo stesso banali. Forse in realtà delitti mai neppure commessi! L’originale “LA POESIA DEL TANGO” fu invece un intrigante spettacolo per voci, tangueros e musica dal vivo dedicato – in collaborazione con ‘El Gato Tanguero’ – all’appassionato e affascinante mondo del ‘TANGO’. Infine – in collaborazione con M.E.T.A.Danza – l’apprezzatissimo e singolare “BALLA E DANZA IL COLORE DE LA VOCE”, che fu messo in scena nel tardo pomeriggio dell’equinozio d’Autunno. Uno spettacolo emozionante dai colori intensi per danzatrici, voci e musica dal vivo seguito da un raffinato apericena.


2013 ” I PICCOLI PIACERI DELLA VITA”

  • Visto il successo dell’anno precedente, anche il nuovo spettacolo estivo di LIBER theatrum per l’estate 2013 è un lavoro itinerante e viene messo in scena in quelli che diventeranno presto quasi una vera e propria casa per il gruppo teatrale ventimigliese.Grazie alla collaborazione con l’Università degli Studi di Genova, infatti, i bellissimi Giardini Botanici Hanbury in frazione La Mortola Superiore a Ventimiglia ospitano “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” sempre con la regia di Diego Marangon, liberamente ispirato a ‘La prima sorsata di birra’ dello scrittore francese Philippe Delerm.Uno spettacolo delizioso e raffinato che lascia a bocca aperta il pubblico anche per l’ambientazione ideale e valorizzata al massimo dalle scelte scenografiche. Illuminazione infatti solo a base di lumini, candele e lanterne a rendere ancor più suggestivi i viottoli, i camminamenti, gli anfratti dei giardini.Un grande successo di pubblico colpito dalla delicatezza delle interpretazioni del testo in cui si valorizzano l’importanza e la necessità delle cose semplici, genuine e naturali della vita. La loro essenzialità e indispensabilità a fronte di una frenesia, superficialità e velocità che non ce le fa più apprezzare e godere.Sapori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano quasi perdute. Istanti preziosi di cui troppe volte non si apprezza l’importanza, oltre che il gusto e il piacere di viverli.

comunicato stampa:

I piccoli piaceri della vita” per la regia di Diego Marangon. Liberamente ispirato al libro “La prima sorsata di birra e altri piaceri della vita” – dello scrittore francese Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale) “I piccoli piaceri della vita” saprà certamente e nuovamente sorprendere e affascinare il pubblico……si incontreranno e si ascolteranno le finezze delle cose essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso travolgono fino all’indifferenza. Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, verranno proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli. Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai leziosa: piccoli tocchi impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano ormai dimenticato. Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo. Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta, l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità, superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta nella vita abbiamo gustato e che ci hanno incantato.


Liber theatrum anno 2012 “POPOLO DI ORFALESE”

Nell’estate del 2012 LIBER theatrum ribadisce la scelta del teatro itinerante dando voce alla spiritualità e mettendo in scena “POPOLO DI ORFALESE” liberamente ispirato a un libro che dovrebbe essere presente in ogni libreria di casa: ‘Il Profeta’ di Kahlil Gibran.Per l’occasione viene individuata un’altra suggestiva e mai utilizzata location: il bellissimo Agrumeto di Villa Pendice a Bordighera. Ma lo spettacolo, così come successo più volte in situazioni e località diverse per “PUNTI DI VISTA”, verrà replicato anche nella splendida cornice dei Giardini Hanbury e in una indimenticabile serata invernale di fine anno nel bello e accogliente borgo di Vallebona.Anche in questo caso una ventina gli interpreti, per una prova di grande respiro internazionale, dal messaggio universale e senza tempo, dove ‘accoglienza’, ‘condivisione’, fratellanza’ e ‘ascolto’, parole e principi trainanti e fondamentali di una filosofia di vita assolutamente positiva e conciliante, sono stati trasportati in uno spettacolo dalle atmosfere assolutamente uniche e magiche. Il tutto con una messa in scena inaspettata, illuminata solo da lanterne a lume di candela e “quasi un rincorrersi” tra corpo recitante e pubblico, tutti immersi in un’ambientazione sorprendente e dagli effetti inaspettati e coinvolgenti, dove ascoltare la “parola del Profeta” rimasta nel cuore del “Popolo di Orfalese”.

fra i carugi

DAL SITO:

Una prova di grande respiro internazionale e dal messaggio universale, scelta dal curatore e regista Diego Marangon, che permetterà al pubblico una vera e propria immersione in un mondo completamente nuovo dove “accoglienza”, “condivisione”, “fratellanza” e “ascolto” saranno le parole e i principi guida, trainanti e fondamentali di una filosofia di vita assolutamente positiva e conciliante. Il Profeta è infatti l’opera indimenticabile che il suo autore, il libanese Kahil Gibran, scrisse in inglese negli Stati Uniti, dove abitò gli ultimi vent’anni della sua vita. Accolto dalla critica, quando nel 1923 fu pubblicato, come un vero e proprio capolavoro, ben presto  prediletto da milioni di lettori come un classico del suo tempo. Un libro dal sapore unico e universale per uno spettacolo diventato immediatamente curioso e non scontato. La proposta di una grande filosofia umana, di possente riserva di vita spirituale per un mondo inteso come un’unità perfetta per realizzare la vita come un’armonia eterna, con metafore e immagini che, sotto la guida del Profeta, e attraverso il ricordo e la memoria del “Popolo di Orfalese” condurranno lo spettatore in un’altra dimensione.

Nuove letture, interpretazioni e proposte saranno riservate al pubblico sui temi dominanti e sul loro vero ed intrinseco senso che la vita ci propone ogni giorno nel suo variegato divenire: l’amore, il bene e il male, la bellezza, il matrimonio, la gioia e il dolore, i figli, il piacere, la libertà, la giustizia, l’amicizia, la conoscenza, il tempo, il lavoro, l’insegnamento, la ragione e la passione, la morte e altro ancora. Più di venti gli attori impegnati, che a lume di lanterna “porteranno a spasso” gli spettatori per i carruggi di Vallebona e le cui parole risuoneranno certamente nel cuore e nell’anima di tutti quanti prima di prendere sonno.


Estate 2011 – “PUNTI DI VISTA”

Eccolo – nell’estate del 2011 – il primo lavoro teatrale itinerante e non stanziale che LIBER theatrum mette in scena, scegliendo per l’occasione i belli e affollatissimi giardini che abbracciano la Chiesa Anglicana di Bordighera. Uno spettacolo sorprendente e di grande successo in un luogo inusuale a essere sfruttato in tal modo, dove lo spettatore, in uno spazio comodo, protetto e contenuto, ha avuto la possibilità di apprezzare e scoprire un testo classico del teatro moderno, riletto e rivisitato in chiave originale e ironica, interpretato da più di venti attori e attrici.”PUNTI DI VISTA!” il titolo – regia di Diego Marangon, scenografia di Sergio Lazzaretti – liberamente ispirato a “Esercizi di stile” di Raymond Queneau, l’opera geniale dell’autore francese, tradotta splendidamente in italiano da Umberto Eco per Einaudi, dove si racconta un breve e banale episodio di vita quotidiana nella Parigi di fine anni ’40, creando una raccolta di ben 99 piccoli racconti che sono in realtà lo stesso, identico episodio, scritto però sempre in maniera diversa.Queneau ha trasformato cioè il “fatto” utilizzando per ogni versione uno stile, una figura retorica, un genere diverso, declinandola in maniera nuova, inaspettata e originale ogni volta. Un effetto comico talvolta travolgente, ma soprattutto un esperimento sulle molteplici possibilità del linguaggio e della comunicazione, non solo verbale.Un vero e proprio esperimento che ha segnato in maniera indelebile la storia del teatro, anche di LIBER theatrum, sempre attento alle sfaccettature della vita, dove ciò che ci accade quasi mai è solo “bianco o nero” ma spessissimo invece sfumature di grigio e realtà in divenire. Dove ciò che oggi ha un significato domani può averne un altro, anche completamente diverso…


RINVIATI I CORSI DI TEATRO

Programmati per iniziare, come di consueto, da metà Ottobre, sono stati ufficialmente e definitivamente annullati – almeno per questi ultimi mesi del 2020 – i corsi di recitazione per adulti, ragazzi e bambini che, sotto la supervisione e conduzione principale di Diego Marangon e ospitati a Vallecrosia in via San Rocco, in un accogliente piccolo teatro, da ormai più di quindici anni sono organizzati dall’Associazione Culturale e teatrale LIBER theatrum. Il rinvio è ‘a data da destinarsi’ e l’auspicio è di poterli comunque programmare, seppure con modalità e cadenza diverse, nel nuovo anno 2021.
Nei mesi estivi trascorsi, nonostante le difficoltà, il sodalizio culturale ventimigliese era riuscito eccezionalmente a organizzare alcuni eventi. Innanzitutto, nella bella cornice del centro storico di Vallebona, due apprezzatissimi incontri d’autore e “SE NON SI POTRA’ USCIRE RESTEREMO IN CASA A LEGGERE POESIE” una bella serata di poesia e musica, oltre a portare in scena, prima a Perinaldo e poi ai Giardini Hanbury, “CUPID 19 – UOMINI E DONNE AL TEMPO DEL CORONAVIRUS” un vero e proprio spettacolo corale, divertente e apprezzato dal pubblico, che aveva ripagato il gruppo teatrale dell’impegno serrato nonostante il poco tempo a disposizione per le prove.
L’arrivo dell’Autunno e le nuove restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria causa COVID, hanno invece impedito ai gruppi di allievi dei più recenti corsi di recitazione di poter calcare il palcoscenico del teatro del Palazzo del Parco di Bordighera e portare in scena, in due fine settimana del mese di Novembre, con date già fissate, i loro lavori ormai pronti per essere applauditi: “MEMORIES” e “FERMI TUTTI!”.
Amareggiati e delusi, ma con una grande voglia di riprendere un cammino purtroppo percorso solo in parte e a singhiozzo, ora si è tutti proiettati all’anno nuovo, confidando in una soluzione soddisfacente della crisi sanitaria, comunque in grado di allentare i divieti e le imposizioni e permettere di tornare in scena per emozionarsi ed emozionare il pubblico. Lo stesso dicasi per tutti gli altri progetti, laboratori e workshop estemporanei, anche con attori e registi professionisti, che LIBER theatrum continuamente organizza e cura durante tutto l’anno.
Costantemente attivi rimangono comunque i riferimenti telefonici, mail e social (facebook e Instagram) per avere informazioni ed essere aggiornati sulle varie iniziative che quanto
prima si spera potranno ripartire: nr. cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com –
http://www.libertheatrum.com.


CIPID19 uomini e donne al tempo del Coronavirus 5 settembre

Chiudete l’estate con un sorriso!
Non perdetevi “CUPID 19 – Uomini e Donne al tempo del CORONAVIRUS”. Vi aspettiamo, ma nel rispetto delle norme anti Covid, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA!!! 😀😀😀
locandina COVID 19 SETTEMBRE

Finalmente nuovamente in scena… CUPID19 uomini e donne al tempo del coronavirus

cupid 19

L’Ass. Cult. “LIBER THEATRUM” di Ventimiglia e il COMUNE DI PERINALDO presentano…

“CUPID19 – Uomini e Donne al Tempo del Coronavirus”

SPETTACOLO di TEATRO DIFFUSO per RIDERE sotto le STELLE di PERINALDO

Sabato 8 AGOSTO 2020
alle ore 21,15
nel borgo di PERINALDO

Torna, nel borgo di Perinaldo, per il quinto anno consecutivo lo spettacolo di teatro per ridere sotto le stelle a cura di Liber Theatrum…

…quest’anno protagonisti saranno l’Amore, gli Uomini e le Donne al tempo del Coronavirus…

…Vi aspettiamo!

INGRESSO LIBERO – PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

per INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI:

LIBER THEATRUM:
Cell. (+39) 338 6273449
anche tramite WhatsApp

“CUPID19 – Uomini e Donne al Tempo del Coronavirus”
è realizzato con il contributo di:
• COMUNE di PERINALDO paese delle Bandiere arancioni del Tci del Touring Club Italiano e membro dell’Associazione Paesi Bandiera Arancione, Città dell’Olio e vincitore nel 2015 del premio Swiss Tourism Awards.

#libertheatrum #diegomarangon #amore #perinaldo #teatro #cupid19 #rideresottolestelle #uominiedonne #coronavirus

Mostra meno

Teatro
Adatto ai bambini

Commedia (teatro)


Immagine

ROMEO & GIULIETTA

ROMEO E GIULIETTA