IL TEATRO DELLE EMOZIONI

Uncategorized

LIBER THEATRUM 17 anni di produzioni, 17 anni di emozioni, è non è finita!


Immagine

CORSI di TEATRO 2021/22


CORSO DI RECITAZIONE DI LIBER THEATRUM

facendo seguito alla messa in scena con successo, nelle ultime due settimane, degli spettacoli “FERMI TUTTI!” e “MEMORIES”  e dopo la pausa dello scorso anno dovuta all’emergenza sanitaria causata dal Covid e, per lo stesso motivo, leggermente in ritardo nella ripartenza, tornano finalmente e attesissimi i corsi di recitazione riservati agli adulti organizzati dall’Associazione Culturale ventimigliese “LIBER theatrum”, curati e condotti come da sempre da Diego Marangon.

Esauriti gli impegni estivi e di inizio Autunno con gli spettacoli portati in scena dai vari gruppi, oltre al successo dell’organizzazione della settima edizione del festival di arti varie “HanburycheSPETTACOLO!” ecco una nuova possibilità per chi si vuole avvicinare al mondo del teatro e scoprirne i segreti, ma soprattutto il fascino.

E quindi, oltre ad altre, varie e continue iniziative e collaborazioni artistiche in programmazione e progettazione per i prossimi mesi, sono ufficialmente aperte le iscrizioni al diciassettesimo corso teatrale per la stagione 2021-2022 che permetterà, a chi lo desidera, di cimentarsi nell’arte della recitazione, prevedendo corsi, ma anche laboratori e workshop estemporanei con attori e registi professionisti, la cui calendarizzazione è in via di definizione proprio in questi giorni.

Martedì 2 Novembre alle ore 20 è previsto il primo appuntamento con un OPEN DAY aperto a tutti, a ingresso libero, come sempre nel piccolo ma funzionale “teatrino” (sotto la chiesa moderna) in via San Rocco 16 a Vallecrosia.

Telefonando al nr. di cell. 338 6273449 oppure scrivendo una mail all’indirizzo liber.theatrum@gmail.com e visitando il sito www.libertheatrum.com sarà possibile non solo già iscriversi, ma anche avere informazioni, ottenere dettagli e chiedere le delucidazioni necessarie.

Gratuito, senza impegno e libero e garantito a tutti sarà comunque l’accesso al primo incontro, per consentire a chiunque di prendere visione direttamente e comprendere “al meglio” di che cosa si tratta e al fine di ricevere tutte le informazioni utili per decidere se iniziare o meno l’avventura teatrale, che come di consueto, dopo trenta incontri, si concluderà a inizio estate con un saggio spettacolo.

Come gli anni scorsi, a guidare i gruppi sarà Diego Marangon, vera anima di “LIBER theatrum” attore e regista, sempre più gratificato dai risultati raggiunti in questi anni e con ancora una più grande voglia di rimettersi in gioco dopo questi mesi in cui l’arte, la cultura e il teatro si sono dovuti fermare a causa della pandemia da Coronavirus.

Si rinnova perciò un’offerta formativa sempre molto apprezzata da chi si vuole avvicinare al mondo del teatro, per sperimentare la propria predisposizione o soddisfare desiderio e curiosità latenti, così come hanno fatto nel corso degli anni innumerevoli allievi e corsisti, alcuni dei quali sono diventati una colonna portante di quella che ormai è diventata una vera e propria ‘compagnia teatrale’ che, nonostante tutto, anche in questi ultimi mesi ha portato in scena vari e diversi spettacoli sempre apprezzati dal pubblico, oltre a creare bellissime collaborazioni artistiche e umane anche con altre e diverse realtà teatrali nazionali e non solo.

Anche quest’anno si è quindi alla vigilia di un cammino lungo e articolato, che certamente richiederà impegno, costanza, serietà e dedizione, ma che ancora una volta, riuscirà a regalare soddisfazioni, gratificazioni e grandi sorprese, offrendo stimoli ed entusiasmo, solleticando e sollecitando la curiosità di coloro che decideranno di iscriversi, per cogliere quei risultati che da anni vengono raggiunti brillantemente, vincendo con successo una sfida personale affascinante e arricchente.

Un percorso dedicato al corpo ed alla voce, fatto di esercizi corporei e giochi teatrali, improvvisazioni e lavoro sull’intenzione e l’ascolto (di sé e dell’altro) che permetterà agli aspiranti attori di esplorare e sperimentare soprattutto la propria sfera emozionale, per riuscire a mettere in scena la parola drammaturgica e trasmettere al meglio un messaggio, facendo vibrare le corde emotive degli spettatori, in un viaggio metaforico che, come al solito, porterà alla messa in scena di un saggio finale.

INFO: 338 6273449 / liber.theatrum@gmail.com / www.libertheatrum.com


“MEMORIES” – Covid History III

Dopo la singolare e ironica messa in scena di Domenica scorsa con “FERMI TUTTI!” LIBER theatrum torna a teatro anche la prossima DOMENICA 17 Ottobre alle ore 17.30  ancora al teatro del Palazzo del Parco,  in sinergia con Prima Quinta e in collaborazione con il Comune di Bordighera con “MEMORIES” – Covid History III – saggio/spettacolo dell’ultimo corso di recitazione, come di consueto organizzato e curato, anche per la regia di questo lavoro, da Diego Marangon.

Memories corretta

A salire sul palcoscenico dieci interpreti, emozionatissimi oltre che stanchi della lunga attesa per andare in scena, quasi tutti per la prima volta: Ambra MORETTO, Anna Maria SOLIGNO, Barbara PIOMBO, Federica BRUNO, Ioachim GHERGHEL, Jacqueline VENEZIANO, Letizia ZITO, Luana ATTANA’, Maria CAPRARO, Mariagrazia VARAPODIO, Sylvie CICALA.

Un gruppo  assai affiatato,  che ha  affrontato con  impegno e  pazienza la  nuova avventura  teatrale per un ‘lavoro’  nuovamente dedicato al particolare momento storico che tutti stiamo  vivendo e che idealmente  chiude una intensa trilogia che LIBER theatrum ha voluto dedicare in questi mesi al fenomeno e alle conseguenze della pandemia da Covid.  In realtà un lavoro artistico assai articolato  che fa seguito al divertente “CUPID 19 Uomini e Donne al tempo del Coronavirus” dell’estate 2020 e che  probabilmente  si  chiuderà con un altro  spettacolo  in fase di  allestimento,  dedicato al mondo della cultura e in particolare proprio al teatro, che andrà in scena a inizio 2022.

In questo caso, invece, uno spettacolo drammatico, specchio della grande tragedia umana che ha colpito il mondo intero, accompagnata dalla prima grande chiusura di Marzo 2020 e dalla paura, grandissima, che ha procurato altrettanti danni e mietuto vittime, anche nello spirito della gente comune.

“MEMORIES” il titolo scelto, perché il lavoro artistico è dedicato proprio alla Memoria (con la M maiuscola) e al ricordo di chi non c’è più, di coloro che non ce l’hanno fatta, che hanno perso la vita in modo terribile e improvviso, soli in un letto di ospedale, sentendosi quasi abbandonati, senza il conforto e la vicinanza dei propri cari.

Uno spettacolo che è un vero e proprio omaggio alle generazioni più anziane, quelle più colpite dalle conseguenze terribili del Coronavirus, le più fragili e indifese, che tanto si sono sacrificate  nel corso della loro esistenza, lavorando e lottando per il nostro benessere e per dare alle nuove generazioni un futuro migliore.

Ancora una volta LIBER theatrum decide di gettare uno sguardo sulla realtà contemporanea che ci circonda e su quanto sta accadendo intorno a noi, sperando che le nostre vite tornino presto a una esistenza più serena e tranquilla.

Alla tanto invocata normalità che si spera sarà accompagnata anche dal nuovo avvio dei corsi di recitazione che a partire dalla fine del mese di Ottobre LIBER theatrum  tornerà a organizzare e che avranno inizio con un prossimo e consueto OPEN DAY che verrà presto comunicato e che saranno ospitati, come sempre, nella accogliente location del “piccolo teatrino” sotto la chiesa moderna di San Rocco a Vallecrosia.

INFO per acquisto e prenotazione biglietti (intero € 12 – ridotto € 10

cell. 3386273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


“MEMORIES” – Covid History III

Dopo la singolare e ironica messa in scena di Domenica scorsa con “FERMI TUTTI!” LIBER theatrum torna a teatro anche la prossima DOMENICA 17 Ottobre alle ore 17.30  ancora al teatro del Palazzo del Parco,  in sinergia con Prima Quinta e in collaborazione con il Comune di Bordighera con “MEMORIES” – Covid History III – saggio/spettacolo dell’ultimo corso di recitazione,come di consueto organizzato e curato, anche per la regia di questo lavoro, da Diego Marangon.

A salire sul palcoscenico dieci interpreti, emozionatissimi oltre che stanchi della lunga attesa per andare in scena, quasi tutti per la prima volta: Ambra MORETTO, Anna Maria SOLIGNO, Barbara PIOMBO, Federica BRUNO, Ioachim GHERGHEL, Jacqueline VENEZIANO, Letizia ZITO, Luana ATTANA’, Maria CAPRARO, Mariagrazia VARAPODIO, Sylvie CICALA.

Un gruppo  assai affiatato,  che ha  affrontato con  impegno e  pazienza la  nuova avventura  teatrale per un ‘lavoro’  nuovamente dedicato al particolare momento storico che tutti stiamo  vivendo e che idealmente  chiude una intensa trilogia che LIBER theatrum ha voluto dedicare in questi mesi al fenomeno e alle conseguenze della pandemia da Covid.  In realtà un lavoro artistico assai articolato  che fa seguito al divertente “CUPID 19 Uomini e Donne al tempo del Coronavirus” dell’estate 2020 e che  probabilmente  si  chiuderà con un altro  spettacolo  in fase di  allestimento,  dedicato al mondo della cultura e in particolare proprio al teatro, che andrà in scena a inizio 2022.

In questo caso, invece, uno spettacolo drammatico, specchio della grande tragedia umana che ha colpito il mondo intero, accompagnata dalla prima grande chiusura di Marzo 2020 e dalla paura, grandissima, che ha procurato altrettanti danni e mietuto vittime, anche nello spirito della gente comune.

“MEMORIES” il titolo scelto, perché il lavoro artistico è dedicato proprio alla Memoria (con la M maiuscola) e al ricordo di chi non c’è più, di coloro che non ce l’hanno fatta, che hanno perso la vita in modo terribile e improvviso, soli in un letto di ospedale, sentendosi quasi abbandonati, senza il conforto e la vicinanza dei propri cari.

Loc_Memories_2021_11

Uno spettacolo che è un vero e proprio omaggio alle generazioni più anziane, quelle più colpite dalle conseguenze terribili del Coronavirus, le più fragili e indifese, che tanto si sono sacrificate  nel corso della loro esistenza, lavorando e lottando per il nostro benessere e per dare alle nuove generazioni un futuro migliore.

Ancora una volta LIBER theatrum decide di gettare uno sguardo sulla realtà contemporanea che ci circonda e su quanto sta accadendo intorno a noi, sperando che le nostre vite tornino presto a una esistenza più serena e tranquilla.

Alla tanto invocata normalità che si spera sarà accompagnata anche dal nuovo avvio dei corsi di recitazione che a partire dalla fine del mese di Ottobre LIBER theatrum  tornerà a organizzare e che avranno inizio con un prossimo e consueto OPEN DAY che verrà presto comunicato e che saranno ospitati, come sempre, nella accogliente location del “piccolo teatrino” sotto la chiesa moderna di San Rocco a Vallecrosia.

INFO per acquisto e prenotazione biglietti (intero € 12 – ridotto € 10

cell. 3386273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


Immagine

“FERMI TUTTI!”


“FERMI TUT-TI!” – BORDIGHERA

E’ in programma DOMENICA 10 Ottobre alle ore 17.30 al teatro del Palazzo del       Parco, in collaborazione con il Comune di Bordighera, la messa in scena di “FERMI TUT-TI!” – Covid History II – spettacolo del gruppo “Baci & Abbracci” di LIBER   theatrum arricchito da alcune storiche presenze del gruppo teatrale ventimigliese e dalla consueta regia di Diego Marangon.

A salire sul palcoscenico dodici interpreti: Alessandro ZUCCO, Ambra MORETTO, Claudio VECCHIO, Emilia BIAGIOTTI, Gilles BRETON, Laura SIBILLA, Letizia ZITO,    Loredana BIANCHERI, Lucia GARGANO, Monica GIANNINI, Muriel BOUSQUET, Silvia VILLA.

Un gruppo poliedrico unitosi per un lavoro teatrale nuovamente dedicato al      particolare momento storico che tutti stiamo vivendo.

Uno spettacolo divertente, seppure in costante equilibrio tra il riso e il faceto, che raccoglie freddure, invenzioni verbali e dialettiche, riflessioni “popolari” anche paradossali e le tante, innumerevoli, fake news sui social che hanno accompagnato, soprattutto durante il primo lockdown, gli ultimi interminabili mesi di restrizioni e limitazioni della vita di ognuno di noi.

Anche se i rapporti ora si stanno modificando, prima, nonostante le tante morti, si è riso e anche tanto e si è scoperta una solidarietà quasi inaspettata. Ora invece, forse, non ci si sta ancora rendendo conto della scollatura non solo fra le istituzioni e i cittadini, ma anche all’interno della stessa comunità civile.

L’emergenza sanitaria, infatti, pare finirà presto, FORSE! E con essa anche la paura del COVID. Ma probabilmente verrà sostituita da una prossima e futura pandemia o da qualche altra emergenza di carattere diverso: una nuova crisi economica o quella incombente ambientale ad esempio…

Il mondo sta cambiando e non pare in meglio, soprattutto a livello sociale e umano. Forse ci dovremo adattare, in realtà sarebbe meglio capire veramente cosa sta succedendo sopra le nostre teste o alle nostre spalle, più probabilmente e semplicemente proprio davanti ai nostri occhi: in fondo è della nostra vita che si sta parlando.

Le crisi di vario genere arrivano e passano, ma anche durante questo lungo periodo, fatto di clausura e restrizioni varie, l’essere umano, probabilmente anche per esorcizzare il momento, non ha perso mai il buon umore cogliendo anche l’occasione per scherzarci sopra…

INFO per acquisto e prenotazione biglietti:

cell. 3386273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ultima replica

Reduci dalla bella e delicata serata di Mercoledì all’Auditorium di Ospedaletti con “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA”, LIBER theatrum torna immediatamente in scena, cambiando totalmente registro, con la replica del divertente e sferzante spettacolo “COVIDDI TUTTU L’ANNU” con cui si chiude Sabato 4 Settembre alle ore 21.30 la settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate – Festival di arti varie, ancora una volta ospitato nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury in frazione Mortola Inferiore di Ventimiglia.

 Dopo il grande successo ottenuto a Luglio a Perinaldo, il lavoro teatrale conferma ulteriormente la sua attualità essendo dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, “COVIDDI TUTTU L’ANNU” rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte. A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere e che ora si stanno barricando su posizioni antagoniste e pericolose nei loro possibili sviluppi.Ancora un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, tecnico audio e luci Stefano Hutter.

Ingresso a pagamento: intero € 12 – ridotto € 10 – gratuito per i minori di anni 6 anni. Possibile pagare soltanto con contanti.
INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ultima replica

Si chiude Sabato 4 Settembre alle ore 21.30, con l’attesissima replica dello spassoso “COVIDDI TUTTU L’ANNU”, il nuovo spettacolo di LIBER theatrum, la settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate – Festival di arti varie,   che si svolge nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury in frazione Mortola Inferiore di Ventimiglia

Dopo il grande successo ottenuto a Luglio a Perinaldo, il lavoro teatrale conferma la sua attualità essendo dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, “COVIDDI TUTTU L’ANNU”

rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte. A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere e che ora si stanno barricando su posizioni antagoniste e pericolose nei loro possibili sviluppi.Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.Ingresso a pagamento: intero € 12 – ridotto € 10 – gratuito per i minori di anni 6 anni. Possibile pagare soltanto con contanti.
LIBER theatrum sarà infine nuovamente in scena, a chiudere la sua breve ma intensa tournée estiva, Domenica 19 Settembre a Vallebona, per riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, con “VITTIME O CARNEFICI” spettacolo di teatro diffuso tra piazzette e carruggi.Ancora un lavoro differente per altrettante situazioni teatrali diverse, a confermare il costante lavoro e la continua attenzione data alla realtà che ci circonda, caratteristica che da sempre caratterizza il lavoro del gruppo ventimigliese.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


“I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” Ospedaletti

Annullato Lunedì scorso, causa maltempo, lo spettacolo di LIBER theatrum “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” è stato rinviato a Mercoledì 1 Settembre alle ore 21.30 sempre nel bell’Auditorium in Corso Regina Margherita a Ospedaletti. Nuova tappa della breve tournèe estiva di LIBER theatrum, quest’anno in sinergia con PRIMAQUINTA dell’attore e regista siciliano Aldo Rapè e il costante sostegno di COOP Liguria, l’appuntamento è inserito nel calendario degli eventi estivi della cittadina rivierasca, a ingresso libero e gratuito e nel rispetto della normativa antiCovid.Il lavoro teatrale  con la regia di Diego Marangon e una quindicina di interpreti in scena conferma ancora una volta la grande poliediricità e versatilità interpretativa del gruppo teatrale ventimigliese.

Liberamente ispirato al libro ‘La prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale), si tratta di uno spettacolo in cui leggerezza e delicatezza riusciranno certamente a sorprendere e affascinare il pubblico.

Un’occasione unica per tornare indietro con la memoria e incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso travolgono fino all’indifferenza.

Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti sfilare dalle mani, ma al tempo stesso riscoprire, valore e importanza di tante, belle e mai abbastanza apprezzate abitudini quotidiane. 

Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, ma anche patrimonio del passato prossimo di ognuno di noi, verranno proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera assolutamente unica e incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.

Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai però leziosa: piccoli tocchi impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano ormai dimenticato.

Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo. Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta, l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità, superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta nella vita abbiamo gustato, che ci hanno incantato e che ci mancano sempre più.

LIBER theatrum tornerà in scena immediatamente nella serata di Sabato 4 Settembre ai Giardini Hanbury di Ventimiglia con la replica del divertentissimo “COVIDDI TUTTU L’ANNU” a chiudere “HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate, Festival di arti varie, giunto quest’anno alla sua settima edizione e infine nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre nel centro storico del paese di Vallebona con lo spettacolo di teatro diffuso  “VITTIME O CARNEFICI”. Poi si penserà all’Autunno con tanti nuovi progetti pronti per essere realizzati.

INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it – www.comune.ospedaletti.im.it 
Oggetto:LIBER THEATRUM A OSPEDALETTI CON I PICCOLI PIACERI DELLA VITA

Mostra testo citato


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ai giardini Hanbury

Si chiude con la consueta replica dello spettacolo, messo in scena con successo e
grande apprezzamento da parte del pubblico in prima assoluta a Luglio a
Perinaldo, la settima edizione del Festival di arti varie
“HanburycheSPETTACOLO!”21 – Teatro in movimento e Concerti d’estate.
Grande attesa quindi per “COVIDDI TUTTU L’ANNU” nuovissimo spettacolo
che ha segnato il ritorno sul palco di LIBER theatrum e appuntamento fissato per
Sabato 4 settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia.
Si tratta di un lavoro teatrale dal titolo originale e sorprendente, dedicato al
particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto
di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.
Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche
drammatico nelle sue reali e recenti vicende, rappresenta il primo di una trilogia “in
divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori
produzioni nel prossimo autunno) avente per oggetto la situazione sociale, sanitaria
ed economica in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte.
A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno,
invitando in realtà a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo
intorno a noi da marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi
indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta
incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della
comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere.
Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che
non lascerà certo indifferenti. La regia, come di consueto, è di Diego
Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter»
Per la prima volta, quest’anno, il calendario di
“HanburycheSPETTACOLO!”21 è stato pensato e organizzato in sinergia con
PRIMAQUINTA, la realtà artistica siciliana che fa capo all’attore e regista
Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e con cui
produce spettacoli teatrali ed eventi vari.
Dopo alcuni estemporanei spettacoli teatrali itineranti messi in scena nella
straordinaria location dei Giardini Hanbury, la manifestazione è stata pensata
e creata nel 2014 dall’Associazione Culturale LIBER theatrum.
Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al
naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno alla
manifestazione è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il
consueto e costante sostegno di COOP Liguria. Confermato anche il supporto
specifico come partner mediatico di RADIO NIZZA (la radio ufficiale della
Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli
italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra).
Il calendario di quest’anno, in parte ridotto rispetto alle precedenti edizioni, a
causa delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria a causa del Covid,
prevedeva due concerti musicali, due serate teatrali, una presentazione

libraria e, per tutto il mese di Agosto, nei quattro MERCOLEDI’ tardo
pomeridiani, gli APERITIVI ALL’IMBRUNIRE” a cura della Cooperativa
OMNIA.
Per le serate musicali e teatrali ingresso fissato a € 12 per gli adulti, ridotto a
€ 10 per soci COOP e minori da 6 a 14 anni.
Prenotazioni e INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com –


Immagine

Spettacolo rinviato per pioggia


I PICCOLI PIACERI DELLA VITA DI LIBER THEATRUM A OSPEDALETTI

“Una carezza per l’anima” ecco uno dei commenti più appropriati del pubblico per commentare la bellissima e delicata serata con “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, reading di parole e musica con cui LIBER theatrum è andato in scena la scorsa settimana ai Giardini Hanbury di Ventimiglia. 

Delicatezza nei testi e nell’accuratezza della messa in scena che caratterizzerà anche il prossimo spettacolo teatrale del gruppo ventimigliese, in programma LUNEDI’ 23 Agosto alle ore 21.30 all’Auditorium Comunale in Corso Regina margherita di Ospedaletti a ingresso libero e gratuito, nel rispetto della normativa antiCovid e inserito nel calendario degli eventi estivi della bella cittadina dell’estremo Ponente ligure, quando verrà proposto “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” con la regia di Diego Marangon. Una nuova data nell’estate di LIBER theatrum, grazie alla sinergia con PRIMAQUINTA dell’attore e regista siciliano Aldo Rapè e al costante  sostegno di COOP Liguria.

Il lavoro teatrale è liberamente ispirato al libro ‘La prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale).

Come il libro, anche lo spettacolo è un vero e proprio ‘gioiello’ di leggerezza e delicatezza e saprà certamente e nuovamente sorprendere e affascinare il pubblico, accolto in una ambientazione unica, protetta e molto accogliente.

Sarà l’occasione per incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso travolgono fino all’indifferenza.

Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti sfilare dalle mani, ma al tempo stesso riscoprire valore e importanza, di tante, belle e mai abbastanza apprezzate abitudini quotidiane. 

Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, verranno proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori, languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.

Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai però leziosa: piccoli tocchi impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano ormai dimenticato.

Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo. Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta, l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità, superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta nella vita abbiamo gustato, che ci hanno incantato e che ci mancano sempre più.

INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it – www.comune.ospedaletti.im.it 


I PICCOLI PIACERI DELLA VITA a Ospedaletti

Prosegue la breve ma intensa tournèe di spettacoli di LIBER theatrum,
quest’anno in sinergia con PRIMAQUINTA di Aldo Rapè.
Nuovo appuntamento, a ingresso libero e gratuito e nel rispetto della
normativa antiCovid, Lunedì 23 Agosto all’Auditorium Comunale di Corso
Regina Margherita a Ospedaletti quando alle ore 21.30 con la regia di
Diego Marangon, e inserito nel calendario degli eventi estivi della bella
cittadina dell’estremo Ponente ligure, è in programma lo spettacolo
teatrale “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” liberamente ispirato al libro ‘La
prima sorsata di birra e altri piaceri della vita’ – dello scrittore francese
Philippe DELERM – pubblicato in Francia nel 1997 e l’anno successivo anche
in Italia, dopo un inaspettato e sorprendente successo (più di 300.000 copie
vendute in breve tempo e un vero e proprio caso editoriale).
Come il libro, anche il lavoro teatrale è un vero e proprio ‘gioiello’ di
leggerezza e delicatezza e saprà certamente e nuovamente sorprendere e
affascinare il pubblico, accolto in una ambientazione unica, protetta e
molto accogliente.
Sarà l’occasione per incontrare, scoprire e ascoltare le finezze delle cose
essenziali, genuine, naturali di tutti i giorni, alcune purtroppo ormai quasi
dimenticate o poco frequentate, che fretta e stress troppo spesso
travolgono fino all’indifferenza.
Una riscoperta ancora più apprezzata e sorprendente in questo momento
storico e sociale in cui, a causa dell’emergenza sanitaria, ci siamo visti
sfilare dalle mani una parte delle più belle e apprezzate abitudini
quotidiane.
Condividendo buona parte dei ricordi dell’autore francese, verranno
proposti in maniera semplice e immediata sapori, odori, rumori, torpori,
languori, stupori, emozioni che corrispondono a tante piccole dolcezze del
vivere quotidiano. Istanti preziosi che rendono unica la vita e che
giustificano il viverla in maniera piena e vera. Momenti colti nella loro
immediatezza e assaporati in tranquillità, in grado di creare un’atmosfera
incantevole, afferrando “al volo” sensazioni squisite e fuggevoli.
Il tutto grazie ad una prosa precisa e minuziosa, mai leziosa: piccoli tocchi
impressionistici, fresche pennellate di colore che ci ricordano un mondo
quasi scomparso, riportandoci a ritmi pacati e a ritualità del quotidiano
ormai dimenticato.
Con atteggiamento contemplativo e un pizzico di nostalgia lo spettatore si
troverà protagonista del silenzio attorno e dentro di sé per ascoltare gli
echi che “i piccoli piaceri della vita” risveglieranno anche nel suo animo.
Fotografie, immagini, istantanee in cui trovare e scoprire, nascosta,
l’illusione momentanea di poter fermare il tempo o quantomeno deviarne
per qualche istante il corso. Piccole, infinitesime, gocce di felicità,
superbamente evocate che tutti noi, auspicabilmente, almeno una volta
nella vita abbiamo gustato e che ci hanno incantato.
INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.comhttp://www.libertheatrum.com

Ufficio Turismo IAT 0184 6822363 – turismo.iat@comune.ospedaletti.im.it –
http://www.comune.ospedaletti.im.it


“E QUINDI USCIMMO FINALMENTE A RIVEDERE LE STELLE”

“HanburycheSPETTACOLO!”21 Teatro in movimento e Concerti d’estate. Festival di arti varie, giunto quest’anno alla sua settima edizione,  continua con LIBER theatrum,  uno spettacolo-reading di parole e musica con il gruppo “Baci & Abbracci” in programma Giovedì 12 Agosto alle ore 21.30 nella sempre suggestiva ambientazione dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia. Intrigante il titolo scelto dal regista Diego Marangon: “E QUINDI USCIMMO FINALMENTE A RIVEDERE LE STELLE” che, prendendo spunto dall’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri, in realtà vuole trasportare lo spettatore nel mondo letterario, quello dei “libri del cuore” a cui sono più affezionati gli interpreti in scena.

LOCANDINA STELLE

Come in passato saranno ricreate atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, grazie anche all’accompagnamento musicale dal vivo del piano di Angelica Murante e il violoncello di Giulio Cozzari.  

  Si rammenta la possibilità di pagare l’entrata per lo spettacolo, all’ingresso dei Giardini, solo in contanti: € 12,00 intero, € 10,00 ridotto per minori da 6 a 14 anni e soci COOP. Gratuito per minori di anni sei. Prenotazione obbligatoria. INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


L’ALBUM BERGER Giardini Hanbury

E’ previsto per sabato 31 luglio alle ore 18.00 il secondo degli appuntamenti per “HanburycheSPETTACOLO!”21 – teatro in movimento e concerti d’estate, il Festival di arti varie organizzato dall’Associazione Culturale LIBER theatrum, quest’anno in sinergia con PRIMAQUINTA di Aldo Rapè, giunto alla sua settima edizione e ospitato nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia, praticamente al confine con la vicina Francia.

In calendario un prestigioso incontro d’autore: la presentazione del volume “L’Album Berger. Una raccolta di fotografie in onore di Thomas Hanbury” (l’omaggio dei botanici per il 75° genetliaco) a cura della Dott.ssa Francesca De Cupis e della Dott.ssa  Daniela Gandolfi. A moderare l’evento il Professor Mauro Mariotti, dell’Università degli Studi di Genova e Direttore dei Giardini Hanbury.

L’happening culturale, a ingresso gratuito con richiesta di prenotazione e seguito da un aperitivo, è organizzato in sinergia dall’Università degli Studi Genova, dai Giardini Botanici Hanbury, dall’Istituto Internazionale Studi Liguri e dalla Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio per la Città Metropolitana di Genova e la Provincia di La Spezia oltre che di Imperia e Savona. A corredare il tutto anche ritratti parlanti dell’epoca, grazie agli interventi di alcune voci recitanti di LIBER theatrum.

Il volume, ideato e pubblicato dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri, è una interessante opera che illustra e contiene oltre 100 ritratti fotografici di eccellenza della Scienza dell’epoca compresa tra fine XIX e inizio XX secolo, oltre ad alcuni accurati articoli di approfondimento di carattere storico, artistico e scientifico, fondamentali per comprendere al meglio l’atmosfera di quel periodo.

“HanburycheSPETTACOLO!”21 proseguirà venerdì 6 agosto alle 21.30 con il concerto dei Blue Moon per una “serata di luna blu” a inondare i giardini di note particolari suonate da Bruno Benini all’armonica, Riccardo Malan chitarra solista, Domenico Roselli chitarra, Francesco De Marte al basso e Ivano Bartolomai alla batteria.

Giovedì 12 agosto alle 21.30, a ricreare come in passato atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, primo appuntamento teatrale con lo spettacolo-reading di parole e musica “E quindi uscimmo a riveder le stelle” portato in scena da LIBER theatrum con il gruppo “Baci & Abbracci” e l’accompagnamento di Angelica Murante al piano e Giulio Cozzari al violoncello.

Infine Sabato 4 settembre sempre alle 21.30 chiusura con la replica dello spettacolo di Liber Theatrum “Original” “Coviddi tuttu l’annu” che ha esordito con grande successo Sabato 17 luglio a Perinaldo. Entrambi gli appuntamenti teatrali con la consueta regia di Diego Marangon.

Da non dimenticare, inoltre, anche la suggestiva iniziativa de “I Giardini Hanbury all’imbrunire”nelle serate di Mercoledì 4 – 11 – 18 – 25 AGOSTO 2021 alle ore 18.00 con l’appuntamento in biglietteria per gli
APERITIVI ALL’IMBRUNIRE – preceduti da una piccola escursione guidata nel Giardino.

Una eccezionale visita guidata tra i sentieri dei Giardino nella luce morbida di fine pomeriggio che terminerà con un aperitivo in riva al mare. Coloro che desidereranno approfondire le loro conoscenze sui fondali marini, i fossili di Capo Mortola, il problema della plastica in mare e i progetti di conservazione in mare e a terra che coinvolgono i Giardini Hanbury, troveranno una persona competente che illustrerà questi argomenti e un monitor che trasmetterà immagini dedicate ai temi trattati.

INFO E PRENOTAZIONI: tel. 0184 229507 – email: info@cooperativa-omnia.com
SOLO CON PRENOTAZIONE – richiesto un numero minimo di partecipanti – EURO 20

Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno a “HanburycheSPETTACOLO!”21 è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il consueto e costante sostegno di Coop Liguria. Confermato anche il supporto specifico come partner mediatico di Radio Nizza (la radio ufficiale della Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra). La grande novità di questa nuova edizione è invece la sinergia, a livello organizzativo, con PRIMAQUINTA, la realtà artistica teatrale siciliana che fa capo all’attore e regista Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e produce spettacoli teatrali ed eventi vari.

INFO: cell. 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


Non eravate fra il pubblico di Perinaldo? Non c’è problema: abbiamo appena ricominciato!

Non poteva cominciare nel migliore dei modi la piccola tournèe estiva 2021 di LIBER theatrum.

Dopo un anno di lontananza, il ritorno sulle scene di Sabato 17 Luglio a Perinaldo, con “COVIDDI TUTTU L’ANNU” – coprodotto da PRIMAQUINTA di Aldo Rapè – si è concretizzato in una serata perfetta, che sarà replicata Sabato 4 Settembre ai Giardini Hanbury di Ventimiglia.

Pur nel rispetto delle disposizioni sanitarie anti Covid, pubblico numerosissimo per una serata da “tutto esaurito” e gruppo teatrale emozionato per la messa in scena di uno spettacolo che è stato assai apprezzato e di cui, soprattutto, è stata colta pienamente l’anima e lo spirito. Sorrisi, battute, freddure, risate, divertimento e apparente leggerezza, in realtà mescolate con la realtà drammatica e triste di questi ultimi tragici mesi che hanno messo a così dura prova tutti noi, sia dal punto di vista economico che emotivo. Esemplificativo uno dei tanti commenti positivi ricevuti dal pubblico: “divertente, vero e toccante…”

Provocazioni, spunti dissacranti, ma soprattutto spinta e sollecitazione a riflettere sulle tante, troppe contraddizioni e incongruenze che così tanto stanno segnando la comunità sociale. Lente di ingrandimento, quindi, sulle innumerevoli decisioni, quasi indecifrabili e sulle tante disposizioni, talora apparentemente assurde, difficilmente catalogabili e in alcuni casi quasi incomprensibili, sia a livello sanitario che governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere. 

Un lavoro teatrale accurato e curatissimo anche nei particolari che già dal titolo, originale e sorprendente, quasi mistificatorio e fuorviante, dedicato al delicato momento storico che tutti noi stiamo vivendo, invita a “riprenderci in mano la vita” e a non comportarci da semplici sudditi di Medievale memoria, per cercare innanzitutto di smitizzare e sdrammatizzare, se possibile o almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.

Uno spettacolo divertente e scoppiettante, in alcuni momenti imprevedibile, sorprendente e inatteso che, al di là dell’argomento scelto anche con risvolti tragici e tristi nelle sue reali vicende e conseguenze, rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” pronta già ad andare in scena con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno e avente per oggetto proprio la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia ha dovuto far fronte da più di un anno. 

Un testo solo all’apparenza leggero e banale, che non fa sconti a nessuno, invitando in realtà a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Ancora una volta una scommessa vinta da LIBER theatrum e dal suo regista Diego Marangon, assieme ai suoi quasi venti infaticabili interpreti e a Stefano Hutter per la curatissima parte tecnica.

Da applausi le fantastiche foto che è possibile vedere sui profili social del gruppo teatrale ventimigliese, autore Fabio Acquista.

SORELLE BANDIERA
COVIDDI finale bandiera
BOMBA

LIBER theatrum sarà nuovamente protagonista anche Giovedì 12 Agosto ore 21.30, nell’ambito del Festival di arti varie “HanburycheSPETTACOLO!”21 con il gruppo “Baci & Abbracci” con uno spettacolo-reading di parole e musica dedicato ai libri del cuore. “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” il titolo con l’accompagnamento musicale di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  

Il gruppo “Original” sarà invece nuovamente in scena Lunedì’ 23 Agosto all’Auditorium di Ospedaletti con “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” e nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre a Vallebona, per riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, con “VITTIME O CARNEFICI” spettacolo di teatro diffuso tra piazzette e carruggi.

Tutti spettacoli differenti per altrettante situazioni teatrali diverse, a conferma del costante lavoro e attenzione alla realtà che ci circonda, che da sempre caratterizza il lavoro del gruppo ventimigliese.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


“COVIDDI TUTTU L’ANNU” ci siamo! Hai prenotato?

Dopo un anno di sosta finalmente LIBER theatrum torna in scena e lo fa con “COVIDDI TUTTU L’ANNU” nuovissimo spettacolo previsto a Perinaldo domani SABATO 17 Luglio alle ore 21.30 in Piazza San Nicolò e in replica Sabato 4 Settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia.

 Un lavoro teatrale dal titolo originale e sorprendente, dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare e sdrammatizzare, se possibile e almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti. Si tratta infatti di uno spettacolo divertente e scoppiettante che, al di là dell’argomento scelto anche con risvolti tragici e tristi nelle sue reali vicende e conseguenze, rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” pronta già ad andare in scena con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno e avente per oggetto proprio la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia ha dovuto far fronte da più di un anno. Un testo solo all’apparenza leggero e banale, in realtà a tratti anche dissacrante e per alcuni versi provocatorio, che non fa sconti a nessuno, invitando tutti in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere. Un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che, seppure con il sorriso sulle labbra, non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


Grande attesa per “COVIDDI TUTTU L’ANNU”

Grande attesa per “COVIDDI TUTTU L’ANNU” nuovissimo spettacolo che segna il ritorno in scena di LIBER theatrum con il gruppo “Original”. Appuntamento fissato a Perinaldo SABATO 17 Luglio alle ore 21.30 in Piazza San Nicolò e in replica Sabato 4 Settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia. Lavoro teatrale dal titolo originale e sorprendente, dedicato al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, per cercare innanzitutto di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Spettacolo divertente e scoppiettante, al di là dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, rappresenta il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni nel prossimo Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da ormai troppi mesi a questa parte. A tratti dissacrante e per alcuni versi provocatorio, il testo non fa sconti a nessuno, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi da Marzo 2020. Incongruenze, contraddizioni, decisioni quasi indecifrabili, comportamenti assurdi, difficilmente catalogabili e talvolta incomprensibili, a livello sanitario e governativo, ma anche nella risposta della comunità e dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere.Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.


LIBER theatrum sarà protagonista anche Giovedì 12 Agosto ore 21.30, nell’ambito del Festival di arti varie “HanburycheSPETTACOLO!”21 con il gruppo “Baci & Abbracci” con uno spettacolo-reading di parole e musica dedicato ai libri del cuore. “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” il titolo con l’accompagnamento musicale di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  Il gruppo “Original” sarà invece nuovamente in scena Lunedì’ 23 Agosto all’Auditorium di Ospedaletti con “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” e nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre a Vallebona, per riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, con “VITTIME O CARNEFICI” spettacolo di teatro diffuso tra piazzette e carruggi.Tutti spettacoli differenti per altrettante situazioni teatrali diverse, a conferma del costante lavoro e attenzione alla realtà che ci circonda, che da sempre caratterizza il lavoro del gruppo ventimigliese.

INFO: 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.liber.theatrum.com


COVIDDI TUTTU L’ANNU – Perinaldo 17 luglio

Dopo un anno di astinenza a causa del Covid, anche LIBER theatrum fa ritorno effettivo sulle scene, innanzitutto con il gruppo “Original” a Perinaldo SABATO 17 Luglio alle ore 21.30 in Piazza San Nicolò e in replica Sabato 4 Settembre ai Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia con “COVIDDI TUTTU L’ANNU” originale e sorprendente titolo del nuovissimo spettacolo dedicato proprio al particolare momento storico che tutti noi stiamo vivendo, anche per cercare di smitizzare, almeno in parte, la pandemia che ci ha colpiti.Aldilà dell’argomento scelto, certo anche drammatico nelle sue reali e recenti vicende, si tratta di un lavoro teatrale divertente e dissacrante, il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni in Autunno) avente per oggetto la situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da più di un anno a questa parte. Una serata scoppiettante per uno spettacolo a tratti dissacrante e che non fa sconti a nessuno, per alcuni versi quasi provocatorio, invitando in realtà  a riflettere e informarsi meglio su tutta quanto sta accadendo intorno a noi. Sottolineando incongruenze e contraddizioni, innanzitutto a livello sanitario e governativo, ma evidenziando anche quei comportamenti assurdi, quasi incomprensibili, dei cittadini, certo stanchi e sfiduciati per la situazione in essere.
Come sempre un lavoro corale con quasi venti interpreti in scena per una serata che non lascerà certo indifferenti. La regia come di consueto è di Diego Marangon, service luci e audio a cura di Stefano Hutter.
Ma LIBER theatrum sarà protagonista anche Giovedì 12 Agosto ore 21.30, nell’ambito di “HanburycheSPETTACOLO!”21 con il gruppo “Baci & Abbracci” a ricreare, come in passato, atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, con un appuntamento teatrale, in realtà uno spettacolo-reading di parole e musica dedicato ai libri del cuore. “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” il titolo con l’accompagnamento musicale di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  Altri appuntamenti e spettacoli del gruppo “Original” sono invece previsti per Lunedì’ 23 Agosto all’Auditorium di Ospedaletti per uno spettacolo di tutt’altro genere: “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” titolo evocativo a creare un’atmosfera ovattata e soffusa, dedicata alla malinconia delle cose minimaliste, molte purtroppo andate perdute e di cui, soprattutto in questi mesi di pandemia, abbiamo tanto sentito la mancanza e la nostalgia.  
Nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre a Vallebona, infine, a riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, per dire arrivederci all’Estate che ci lascerà e benvenuto all’Autunno in arrivo, una versione particolare di teatro diffuso con “VITTIME O CARNEFICI”. Uno spettacolo che, tra il serio e il faceto, indagherà su tutte quelle frustrazioni personali che ognuno di noi si porta dentro nella vita quotidiana, pronte a esplodere nel momento più inaspettato. Risate, ma anche sorrisi amari, per uno spettacolo che è lo specchio della società attuale, pronta a riversare sugli altri anche le proprie responsabilità. Tutti spettacoli differenti per altrettante situazioni teatrali diverse, a conferma del gran lavoro che in quest’ultimo anno, nonostante le difficoltà logistiche, è stato portato avanti dal gruppo ventimigliese.


HanburycheSPETTACOLO!21 Si parte…

Grande attesa per l’apertura della settima edizione di “HanburycheSPETTACOLO!”21 – teatro in movimento e concerti d’estate, il Festival di arti varie che, curato e organizzato dall’Associazione Culturale LIBER theatrum, nonostante le difficoltà e i problemi causati dal covid, tornerà quest’anno a essere ospitato nella splendida cornice dei Giardini  Botanici Hanbury a Ventimiglia in frazione Mortola Inferiore, praticamente al confine con la Francia.
Primo appuntamento SABATO 10 luglio alle ore 21.30 con la musica e il trio MaMiMau formato da Marisa Fagnani (voce e chitarra)Mirco Rebaudo (clarinetto e saxofono) e Mauro Parrinello (contrabbasso) per una serata che spazierà dallo Swing alla Bossa nova e alla Canzone d’autore, ulteriormente arricchita da un ospite apprezzatissimo: Massimo Dal Prà al pianoforte.Un’occasione straordinaria per ascoltare musicisti professionali e assai conosciuti, riuniti in un ensemble unico e originale.Marisa Fagnani, già allieva del grande chitarrista Armando Corsi, da più di dieci anni propone, infatti, con il noto fisarmonista Gianni Martini, un repertorio internazionale di jazz e musica brasiliana, mentre all’estero, soprattutto in Germania e Brasile, si è fatta conoscere con concerti di musica e cantautorato italiano.  Mirco Rebaudo, diplomato in clarinetto presso il Conservatorio “G. Verdi” di Torino, ha poi affiancato allo studio di questo strumento quello del sassofono, inizialmente solo ad indirizzo jazzistico, facendo in seguito ricerca sul repertorio originale del ‘900.Primo clarinetto e sassofonista della Bordighera Symphony Orchestra, ha collaborato con la Fondazione Orchestra Sinfonica di Sanremo, con l’orchestra del Conservatorio di Cuneo, nell’Ensemble Orchestrale “Des Alpes et de la Mer” e con l’orchestra “cantieri d’Arte” di Reggio Emilia. 
Oltre a tutto ciò, e ad altre numerose ed estemporanee partecipazioni e creazioni di gruppi musicali, fa parte del Quartetto Novecento, formazione che si dedica al repertorio del xx secolo, con il quale si è esibito al 49° Festival Internazionale di Musica da Camera di Cervo (IM) e ha fondato la “Summertime marchin’ band”, formazione di dixieland itinerante, con la quale in passato ha vinto il premio “Oscar del mare” indetto dal quotidiano “La stampa” per lo spettacolo più originale della Liguria di ponente. All’attività concertistica affianca quella didattica come insegnante presso numerose scuole di musica dell’estremo Ponente ligure.Mauro PARRINELLO, diplomato al Conservatorio “G. B. Martini” di Bologna, ha collaborato con l’Orchestra del Teatro Comunale di Bologna e ha conseguito l’idoneità nei concorsi delle Orchestre “Teatro Regio” di Torino, “Teatro Comunale G. Verdi” di Trieste e “Orchestra Sinfonica” di Sanremo dove ha ricoperto il ruolo di  primo contrabbasso. Attualmente collabora con l’Orchestra Sinfonica di Bordighera.Le sue esperienze spaziano dalla musica classica al jazz alla musica pop, ha all’attivo alcune pubblicazioni discografiche, ha suonato nell’orchestra del Festival della Canzone Italiana di Sanremo per quindici edizioni e continua a partecipare a diverse esperienze musicali, tra le quali un progetto discografico di brani inediti con il gruppo Mystic Now. Con il Quartetto Novecento ha partecipato al 49° festival internazionale di musica da camera di Cervo e continua l’attività concertistica con diverse formazioni locali.Massimo DAL PRA’, musicista eclettico, che col suo pianoforte spazia dal classico al jazz, con uno stile unico e inconfondibile, sarà l’ospite estemporaneo e graditissimo della serata.Dopo avere conseguito i diplomi di Pianoforte, Composizione, Musica Corale e Direzione di Coro, Prepolifonia, Direzione d’Orchestra e Strumentazione per Banda presso il Conservatorio ‘G. Verdi’ di Torino, come pianista e clavicembalista si è dedicato anche alla musica da camera con differenti formazioni, proponendo anche brani di sua composizione. Ha collaborato, in alcune occasioni anche dirigendola, con l’Orchestra Sinfonica di Sanremo, come pianista, clavicembalista e arrangiatore. Ha diretto a Montecarlo il Magnificat di C.Ph.E. Bach e la prima rappresentazione dell’opera Il Gatto con gli Stivali del compositore R. Bellucci, allestita a Torino. 
E’ stato invitato a Lima per dirigere le Orchestre Nazionali Infantil e Juvenil del Perù, dove ha tenuto anche alcuni seminari di Direzione Corale, Direzione d’Orchestra e Jazz. Protagonista anche in due edizioni del festival internazionale di musica da camera di Cervo, oltre a essere direttore stabile e fondatore dell’Orchestra Sinfonica di Bordighera. suona anche in diversi gruppi jazz. 


“HanburycheSPETTACOLO!”21 è una manifestazione che, dopo alcuni estemporanei spettacoli teatrali itineranti messi in scena nella straordinaria location dei Giardini Hanbury, è stata pensata e creata nel 2014 dall’Associazione Culturale LIBER theatrum. Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno alla manifestazione è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il consueto e costante sostegno di COOP Liguria. Confermato anche il supporto specifico come partner mediatico di RADIO NIZZA (la radio ufficiale della Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra). La grande novità di questa nuova edizione è invece la sinergia, a livello organizzativo, con PRIMAQUINTA, la realtà artistica siciliana che fa capo all’attore e regista Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e con cui produce spettacoli teatrali ed eventi vari. 
Il calendario di quest’anno, comunque ridotto rispetto alle precedenti edizioni, a causa delle difficoltà dovute all’emergenza sanitaria a causa del Covid, prevede due concerti musicali, due serate teatrali, una presentazione libraria e, per tutto il mese di Agosto, nei quattro MERCOLEDI’: 4 – 11 – 18 e 25 con appuntamento fissato in biglietteria e solo su prenotazione, una visita guidata dei Giardini seguito dall’”APERITIVO ALL’IMBRUNIRE”. Il tutto a cura della Cooperativa OMNIA con ingresso tutto compreso fissato a € 20,00.  
Al concerto serale di Sabato 10 Luglio con il Trio MaMiMau, farà seguito Sabato 31 Luglio alle ore 18.00 la presentazione del volume “L’Album Berger. Una raccolta fotografica in onore di Thomas Hanbury” curato da Francesca De Cupis e Daniela Gandolfi. A moderare il prof. Mauro Mariotti, Direttore dei Giardini Hanbury. L’happening culturale, a ingresso gratuito, sarà seguito da un aperitivo.Quindi altro appuntamento musicale Venerdì’ 6 Agosto ore 21.30 con il concerto dei BLUE MOON per una “serata di luna blu” a inondare i giardini di note particolari suonate da Bruno BENINI all’armonica, Riccardo MILAN chitarra solista, Domenico ROSELLI chitarra, Francesco DE MARTE al basso e Ivano BARTOLOMAI alla batteria.Giovedì’ 12 Agosto ore 21.30, invece, a ricreare come in passato atmosfere indimenticabili e coinvolgenti, primo appuntamento teatrale con lo spettacolo reading di parole e musica “E QUINDI USCIMMO A RIVEDER LE STELLE” portato in scena da LIBER theatrum con il gruppo “Baci & Abbracci” e l’accompagnamento di Angelica MURANTE al piano e Giulio COZZARI al violoncello.  
Infine Domenica 4 Settembre sempre alle ore 21.30 chiusura con la replica dello spettacolo di LIBER THEATRUM “Original” “COVIDDI TUTTU L’ANNU” che esordirà Sabato 17 Luglio a Perinaldo!Entrambi gli appuntamenti teatrali con la consueta regia di Diego Marangon.

Per le serate musicali e teatrali ingresso fissato a € 12 per gli adulti, ridotto a € 10 per soci COOP e minori da 6 a 14 anni e prenotazione suggerita e consigliata.
Per INFO e prenotazioni: cell 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


Immagine

Hanbury 21 che spettacolo!


LIBER theatrum torna in scena!

Con l’arrivo dell’Estate e l’allentamento delle misure sanitarie di prevenzione a causa del Covid, anche LIBER theatrum è felice di annunciare il suo ritorno sulle scene, che avverrà in alcune località dell’estremo Ponente ligure e ancor prima con la cura e l’organizzazione di “HanburycheSPETTACOLO!” – teatro in movimento e concerti d’estate – giunto al suo settimo anno di vita.

Un Festival di arti varie che, da Sabato 10 Luglio a Domenica 4 Settembre, sarà ospitato nella splendida cornice dei Giardini Botanici Hanbury di Ventimiglia in frazione Mortola Inferiore, praticamente al confine con la Francia, con un calendario assai articolato e ciò, nonostante il poco tempo a disposizione e le incertezze continue. Due concerti d’estate, due serate teatrali, una presentazione libraria e, in collaborazione con la Cooperativa Omnia, quattro passeggiate con aperitivo all’imbrunire in una location assolutamente esclusiva. Oltre alla consueta ospitalità offerta dall’Università degli Studi di Genova e al naturale supporto logistico dei Giardini Hanbury, anche quest’anno alla manifestazione è stato garantito il patrocinio del Comune di Ventimiglia e il consueto e costante sostegno di COOP Liguria (quest’anno esteso a tutte le attività del sodalizio culturale ventimigliese). Confermato anche il supporto specifico come partner mediatico di RADIO NIZZA (la radio ufficiale della Camera di Commercio italiana a Nizza, dedicata in particolare a tutti gli italiani che vivono e si trovano per turismo in Costa Azzurra). La grande novità di questa nuova edizione è invece la sinergia, a livello organizzativo, con PRIMAQUINTA, la realtà artistica siciliana che fa capo all’attore e regista Aldo Rapè, con cui LIBER theatrum da qualche anno collabora e produce spettacoli teatrali ed eventi vari. 

  Oltre a tutto ciò Sabato 17 Luglio a Perinaldo, LIBER theatrum esordirà con un divertente e dissacrante spettacolo, il primo di una trilogia “in divenire” (che verrà completata e portata sul palco con altre due ulteriori produzioni in Autunno) dedicata alla situazione sociale e sanitaria in cui anche l’Italia si trova da più di un anno a questa parte. “COVIDDI TUTTU L’ANNU” l’originale e sorprendente titolo scelto dal regista Diego Marangon a preannunciare una serata scoppiettante, ma che al tempo stesso inviterà alla riflessione e a informarsi meglio su tutto quanto sta accadendo intorno a noi.

Lunedì’ 23 Agosto invece appuntamento all’Auditorium di Ospedaletti per uno spettacolo di tutt’altro genere: “I PICCOLI PIACERI DELLA VITA” il titolo evocativo a creare un’atmosfera ovattata e soffusa, dedicata alla malinconia delle cose minimaliste, molte purtroppo andate perdute e di cui, soprattutto in questi mesi di pandemia, abbiamo tanto sentito la mancanza e la nostalgia.   Nel tardo pomeriggio di Domenica 19 Settembre a Vallebona, infine, a riprendere la bella tradizione del saluto all’Equinozio d’Autunno, per dire arrivederci all’Estate che ci lascerà e benvenuto all’Autunno in arrivo, una versione particolare di teatro diffuso con “VITTIME O CARNEFICI”. Uno spettacolo che, tra il serio e il faceto, indagherà su tutte quelle frustrazioni personali che ognuno di noi si porta dentro nella vita quotidiana, pronte a esplodere nel momento più inaspettato. Risate, ma anche sorrisi amari, per uno spettacolo che è lo specchio della società attuale, pronta a riversare sugli altri anche le proprie responsabilità.  Tre spettacoli differenti per tre situazioni teatrali diverse, a conferma del gran lavoro che in quest’ultimo anno, nonostante le difficoltà logistiche, è stato portato avanti dal gruppo ventimigliese.


  Per INFO e prenotazioni: cell 338 6273449 – liber.theatrum@gmail.com – www.libertheatrum.com


Buona Pasqua…

Anche LIBER theatrum assiste, partecipa e riflette in questi giorni che in tutto il mondo, per la maggior parte dei cristiani, rappresentano la cd Settimana Santa: il periodo cioè che va dalla Domenica delle Palme al Sabato Santo che precede la Pasqua. Giorni in cui il cristianesimo celebra gli eventi di fede correlati agli ultimi giorni di Gesù, che comprende in particolare la sua passione, la morte in croce e la resurrezione il terzo giorno successivo.

Per fare ciò continuiamo a ricordare i nostri lavori teatrali e, quasi in forma pagana, comunque né polemica e tanto meno profana, ci tornano alla mente innanzitutto le parole di un nostro spettacolo del 2013 che qui vogliamo ricordare e proporre come auspicio in questo oscuro periodo di pandemia. “UN MONDO MIGLIORE” il titolo altisonante e messaggio inequivocabile di quello che fu peraltro il saggio finale del corso di recitazione di quell’anno con la consueta regia di Diego Marangon. “E’ tempo di RISURREZIONE!!!E’ tempo di pensare a un nuovo mondo, un mondo migliore…RISURREZIONE significa inizio di una nuova storia.IL CORAGGIO DI SPERARE CONTRO OGNI SPERANZA!Laddove la speranza non è la convinzione che le cose avranno un lieto fine (che tutto andrà bene) ma la certezza che le cose hanno un senso…La SPERANZA è la CONVINZIONE che si rivelerà un giorno, che tutto ciò che viviamo, momenti felici e momenti tristi, hanno un senso…

E lo scopo deve essere “avere un sogno”: sogno di un MONDO MIGLIORE, anzi MERAVIGLIOSO!!!

La strada è e sarà LUNGA, forse LUNGHISSIMA.In certi momenti le difficoltà sembreranno INSORMONTABILI, ma la SPERANZA, sostenuta da VALORI VERI, non verrà mai meno…”Buona Resurrezione a tutti Voi!