IL TEATRO DELLE EMOZIONI

PINUCCIO – Storia di un carusu. Un amore imperdibile”

aldo rapè 4Occasione unica e straordinaria quella in programma VENERDI’ 23 marzo alle ore 17.15 nei locali della Biblioteca Civica Aprosiana in P.za Bassi 1 a Ventimiglia, a ingresso gratuito, ospite il noto attore e regista teatrale siciliano Aldo RAPE’ che, in scena nel tardo pomeriggio del giorno prima (Giovedì) a Nizza e nella serata successiva (Sabato) a Bordighera con il suo nuovo lavoro “PINUCCIO – Storia di un carusu. Un amore imperdibile”, approfitterà del suo arrivo nella nostra zona per presentare il libro PERT con il racconto “E’ arrivata la primavera” di Giuseppe Rapè, che è diventata la vera e propria sceneggiatura dello spettacolo teatrale PERT – Vita e miracoli del partigiano Sandro Pertini”, presentato anche al Teatro Comunale di Ventimiglia lo scorso anno.
locandina Pinuccio
 
L’evento è stato organizzato dall’Associazione Culturale “LIBER theatrum” e gode del patrocinio del Comune di Ventimiglia Assessorato alla Cultura, dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età contemporanea di Imperia, dell’Associazione partigiana ANPI sezioni di Ventimiglia e Bordighera, della FIVL Ventimiglia, dell’ATAPE – Associazione trasfrontaliera Alessandro Pertini, dell’Associazione culturale XXV Aprile-Arci e del sostegno di COOP Liguria.
A curare e condurre l’incontro sarà Diego Marangon e oltre ad Aldo Rapè saranno presenti il musicista Sergio Zafarana e lo scrittore e storico locale Enzo Barnabà che, con Salvatore Cacciatore, nome di battaglia Ciro, partigiano siciliano protagonista del suo romanzo “I Partigiano di piazza dei Martiri. storia del siciliano che combatté i nazisti appeso a un lampione” ha in parte ispirato il bel lavoro teatrale dedicato alla mitica figura del grande Presidente Pertini.
 
Il tutto a suggellare una interessante e originale iniziativa artistica che vede al centro dell’attenzione una delle figure più importanti della recente storia d’Italia, che a Ventimiglia tutti ricordano con affetto e piacere, anche perché nella città di confine il Presidente era solito passare e fermarsi a salutare amici e conoscenti.   
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...